A partire dalla giornata di ieri numerose app per Android stanno dando problemi inaspettati e chiudendosi improvvisamente – quel che in gergo viene definito andare in crash. Accade a Gmail, accade a Chrome e ad altre app del mondo Google, ma anche a software che hanno poco a che vedere con la casa di Mountain View: neanche home banking e messaggistica non sono risparmiati, e i loro malfunzionamenti stanno mettendo in crisi milioni di utenti in tutto il mondo. La causa è in un bug presente in Android System Webview: una componente chiave di Android che viene utilizzata per visualizzare le pagine web. Fortunatamente la falla è già stata chiusa, ma per velocizzare la soluzione del problema è possibile ricorrere a un semplice stratagemma.

Android System Webview è una componente di Android che permette alle app installate di visualizzare le pagine web senza bisogno di fare affidamento su un browser. Pagine di autenticazione, collegamenti esterni e in generale qualunque risorsa ospitata su una pagina Internet ed esterna all'app viene aperta e visualizzata sullo schermo del telefono attraverso Android System Webview. La componente si occupa dunque silenziosamente di una parte non indifferente di quel che avviene all'interno delle app; non stupisce che un errore al suo interno possa dare problemi estesi a numerose app installate sul telefono.

Nella fattispecie, una delle ultime versioni di Android System Webview conteneva un bug ma – dal momento che l'aggiornamento di WebView avviene in modo frequente e silenzioso – per gli utenti non era facile risalire all'origine del problema. L'indizio a disposizione di chi ha cercato per giorni di capire cosa stesse succedendo al telefono era uno solo: i crash si manifestavano soltanto quando le app cercavano di aprire una pagina web – chiedendo dunque l'entrata in gioco della componente che però mandava in tilt le app stessepp Android ancora in crash, Google rilascia fix di System Webview: come risolvere il problema.

Il problema non ha colpito tutti i proprietari di smartphone Android, ma è stato comunque avvertito da milioni di utenti: gli sviluppatori Google si sono dunque resi conto piuttosto in fretta del bug che avevano introdotto per errore in Android System Webview correndo immediatamente ai ripari. L'ultima versione della componente che è stata rilasciata è già libera dal bug ed è in fase di rilascio, ma quest'ultimo avviene automaticamente in tempi e modi stabiliti dal sistema di distribuzione degli aggiornamenti del sistema operativo Android. Per accelerare il processo è possibile visitare il Play Store di Google e forzare l'aggiornamento cercando la componente, che ha le fattezze di una comune app: digitando nella casella di ricerca Android System Webview basta premere il tasto Aggiorna; se quest'ultimo non è presente, significa che la componente è già stata aggiornata in automatico.