Dopo l'attivazione in occasione del bonus vacanze, l'app Io è diventata la porta di accesso a un altro servizio particolarmente richiesto dai cittadini: il cashback di Natale, o cashback di dicembre. L'iniziativa annunciata dal governo anticipa in via sperimentale il sistema di rimborsi sui pagamenti effettuati con carta di credito che entrerà in vigore nel 2021, e renderà possibile già dall'8 dicembre usufruire dei relativi vantaggi.

Gli aspetti del cashback di Natale come regole e tetti massimi sono già stati trattati poco dopo l'annuncio, mentre il requisito fondamentale per l'accesso ai rimborsi rimane l'utilizzo dell'app Io — il software gratuito per smartphone e tablet gestito dalla Pubblica amministrazione e al quale si accede esclusivamente con SPID. L'app Io è un ulteriore tassello per la creazione di una cittadinanza digitale: lo sviluppo e la distribuzione dell'app si legano infatti al Piano Triennale per l'informatica nella Pubblica Amministrazione e al Piano 2025, due progetti che puntano alla digitalizzazione del settore pubblico e alla realizzazione di una società digitale.

Come funziona l'app Io

L'app Io è un semplice software disponibile per Android e iOS pensato per mettere in contatto i cittadini con numerosi servizi della pubblica amministrazione. Attraverso l'app Io, è possibile ricevere avvisi dagli enti pubblici, pagare multe e contributi senza recarsi agli sportelli e molto altro. L'attivazione del cashback di Natale insomma è solamente l'ultimo dei servizi offerti dalla piattaforma, che promette di semplificare numerosi aspetti del rapporto tra cittadini e amministrazioni. Per poter attivare l'app è necessario possedere uno SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

Come scaricare l'app Io gratis su Android e iOS

Scaricare l'app Io per richiedere l'attivazione del cashback di Natale è decisamente semplice. Il software del resto è disponibile sia sul Play Store di Google che sull'App Store di Apple e non costa nulla. Per scaricarlo sui telefoni con sistema operativo Android basta visitare questo indirizzo, mentre per ottenerla sugli iPhone con iOS l'indirizzo da seguire è questo. Dopo il download, l'app verrà automaticamente installata sul telefono e la relativa icona apparirà nel cassetto delle applicazioni di Android o nella home screen di iOS.

Come accedere e utilizzare l'app Io

Il problema è che per poter utilizzare l'app Io occorre rendere nota all'app la propria identità attraverso modalità di autenticazione ufficiali riconosciute dallo Stato, come una carta di identità elettronica (o CIE) abbinata al proprio codice numerico personale, oppure il sistema pubblico di identità digitale (o SPID). Usare uno di questi due sistemi garantisce all'app Io che i servizi offerti vengano erogati al legittimo richiedente, motivo per cui senza CIE o SPID il software è sostanzialmente inutile (non solo per l'attivazione del cashback di Natale, ma anche per gli altri scopi per i quali è stata sviluppata).

Fortunatamente basta che un solo componente del nucleo familiare sia in possesso di un'identità digitale o di una carta di identità elettronica. Per chi non fa parte di queste categorie, la strada più breve e pratica da seguire è probabilmente ottenere lo SPID; per farlo basta infatti essere maggiorenni e rivolgersi a uno dei provider che forniscono al cittadino il servizio di iscrizione. La lista dei provider e le istruzioni per ottenere lo SPID sono disponibili sull'apposito sito allestito dal governo.

Una volta ottenuto lo SPID, si può accedere all'app utilizzando i relativi nome utente, password e il codice temporaneo: l'app chiederà di impostare un PIN per l'accesso, che successivamente potrà avvenire anche tramite impronte digitali. A questo punto l'app Io può essere utilizzata in tutti i servizi che offre.

Come usufruire del cashback autenticandosi con SPID

Una volta completata la procedura di autenticazione all'app Io, il software può essere utilizzato per richiedere l'attivazione del cashback utilizzando l'area Servizi. Per il momento la sezione non è ancora disponibile, ma la descrizione della procedura è già stata anticipata per quando il servizio si potrà attivare, nelle prossime ore: dall'app occorrerà inserire l'IBAN del conto corrente sul quale si desidera ricevere i rimborsi. Nel frattempo è giù possibile aggiungere ai metodi di pagamento privilegiati tutte le carte che si desidera legare all'iniziativa (il supporto a PayPal, Bancomat Pay, Postepay e Satispay è in arrivo): la funzione è raggiungibile all'interno della sezione Portafoglio.