Nessuna auto senza pilota, ma "solo" il software in grado di pilotarne una. Il progetto Titan, un tempo dedicato alla creazione di un veicolo elettrico autonomo, è stato ridimensionato e si concentrerà ora sullo sviluppo di una soluzione software che possa lavorare all'interno delle macchine di altre aziende. Lo rivela Bloomberg, spiegando che nel corso degli ultimi mesi Apple ha ridimensionato il team dedicato al progetto: dei 1.000 appartenenti al team Titan, alcune centinaia di dipendenti sono stati riassegnati, licenziati o hanno lasciato di loro spontanea volontà l'azienda.

Secondo alcune fonti interne, l'azienda di Cupertino si è data come scadenza la fine del 2017 per decidere cosa fare del progetto, se accantonarlo o continuare sulla strada intrapresa da ormai qualche anno. Una scelta che giunge dopo mesi di disaccordi interni, mancanza di leadership e problemi nella catena di produzione. Il progetto Titan ha preso vita nel 2014 con l'obiettivo di rivoluzionare il settore automotive in maniera simile a quanto fatto con l'industria dei cellulari. Un compito che si è rivelato più complesso di quanto previsto dall'azienda, che ora è giunta alla decisione di ridimensionare l'intero progetto focalizzandosi su ciò che gli riesce meglio: il software.

Apple non ha mai annunciato ufficialmente di aver avviato un progetto del genere, ma diverse dichiarazioni rilasciate da manager e persino dallo stesso Tim Cook lo hanno confermato nel corso degli ultimi anni. "Vi ricordate quando eravate bambini e la vigilia di Natale era così entusiasmante perché non sapevate cosa vi aspettava in salotto?" ha spiegato Cook durante l'ultimo incontro con gli investitori. "Ecco, sarà la vigilia di Natale ancora per un po'". Se la decisione dovesse essere confermata, però, Apple rischia di deludere non pochi fan in attesa di una vera e propria iCar.