Oprah Winfrey ha firmato un contratto pluriennale con Apple per la produzione di programmi originali, come confermato da un comunicato stampa diffuso dalle due parti. L'azienda di Cupertino non ha specificato il ruolo della Winfrey all'interno di questi show, ma ha spiegato che "insieme, Winfrey e Apple creeranno programmi originali in grado di abbracciare la sua incomparabile abilità di connettere il pubblico di tutto il mondo. I progetti della Winfrey saranno rilasciati come parte di una lineup di contenuti originali di Apple". L'annuncio va quindi a completare l'offerta video originale della mela che nel corso dei prossimi mesi dovrebbe raggiungere tutti gli utenti Apple.

Gli show prodotti insieme alla Winfrey rappresentano infatti parte della guerra per lo streaming combattuta da Apple, Amazon e Netflix, uno scontro che si concentra proprio sui contenuti originali che le tre realtà stanno producendo per conquistare i propri clienti. Netflix, per esempio, ha recentemente annunciato un accordo con la famiglia Obama per produrre prodotti originali e avrebbe staccato un assegno da 100 milioni di dollari per assicurarsi un accordo con il creatore di Grey's Anatomy Shonda Rhimes. Apple, invece, oltre all'accordo con la Winfrey ha chiuso accordi con creativi del calibro di Reese Witherspoon e Steven Spielberg.

La scelta di portare a bordo anche la Winfrey, che in Italia può sembrare una conquista di poco conto, rappresenta in realtà un'opportunità enorme per Apple: la storica presentatrice americana gode ormai di un vero e proprio esercito di fan che la seguirebbero ovunque e che, di conseguenza, potrebbero rappresentare un grosso nuovo bacino di utenza per l'azienda di Cupertino. L'accordo con Apple non andrà comunque ad influire sul contratto con l'Oprah Winfrey Network, dove continuerà a lavorare fino almeno al 2025.