shazam apple

Apple ha annunciato di aver completato l’acquisizione di Shazam, una delle app musicali più note e apprezzate, usata da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo per scoprire quale musica viene riprodotta nelle loro vicinanze. L'accordo era nell'aria da tempo ed era stato approvato dall'Antitrust dell'UE nei primi giorni di settembre, mentre ora è stato ufficializzato dall'azienda di Cupertino, che ha assicurato l'arrivo di una versione gratuita e senza annunci pubblicitari. "Apple e Shazam hanno alle spalle una lunga storia insieme. Shazam è stata fra le prime app disponibili al momento del lancio del nostro App Store e si è affermata come una delle app preferite dagli appassionati di musica in tutto il mondo" ha spiegato Oliver Schusser, Vice President di Apple Music. "Condividiamo la stessa passione per il mondo musicale e l’innovazione, perciò non vediamo l’ora che i nostri team inizino a lavorare insieme per offrire ancora più modi di scoprire e ascoltare musica".

Shazam è stata una delle prime applicazioni a raggiugnere gli smartphone della mela e permette di identificare un brano semplicemente ascoltandolo; presto offrirà un’esperienza senza pubblicità, consentendo a tutti gli utenti di godersi il meglio dell’app senza interruzioni. L’app Shazam è stata scaricata più di 1 miliardo di volte in tutto il mondo e viene usata per identificare canzoni oltre 20 milioni di volte al giorno. "Con tecnologie all’avanguardia nel campo dell’identificazione musicale, Shazam aiuta le persone a scoprire, fruire e condividere contenuti video, audio o stampati su una varietà di dispositivi e mezzi e permette agli appassionati di musica di seguire i loro artisti preferiti e condividere con altre persone l’emozione della scoperta" si legge nella nota che accompagna la notizia.

L'entità economica dell'accordo non è stata rivelata, ma nel corso dell'ultimo anno si parlava di cifre intorno ai 400 milioni di dollari. Un costo dovuto in gran parte al fatto che Shazam ha sempre faticato a generare utili: inizialmente la valutazione dell'azienda si aggirava intorno al miliardi di dollari. Apple ha già provveduto ad aggiornare l'applicazione disponibile su iOS con alcune funzionalità relative al proprio ecosistema. È inoltre probabile che alcune funzionalità di Shazam vengano integrate in Siri, che già ha la possibilità di riconoscere i brani riprodotti.