Tra gli annunci più attesi di Apple a questa edizione molto particolare della sua WorldWide Developers Converence non poteva mancare quello dell'aggiornamento alla prossima versione di iOS, ovvero iOS 14. Il sistema operativo di iPhone si aggiorna tradizionalmente in concomitanza con l'uscita dei nuovi telefoni ma mesi prima, durante la WWDC, la casa di Cupertino ne offre agli sviluppatori un'edizione in anteprima che permette loro di iniziare a lavorare sulle novità più succulente in tempo per l'arrivo presso il grande pubblico. Quest'anno Apple non ha fatto eccezioni, anticipando a tecnici e appassionati quali saranno le novità del software che finirà presto installato su milioni di iPhone in tutto il mondo.

Due delle novità più interessanti per gli utenti sono ispirate a quanto avviene già nel sistema operativo Android. La prima è App Library, una schermata speciale alternativa alla schermata Home e dedicata soltanto a trovare anche le app meno utilizzate, che raggruppa automaticamente tutto il software installato sul telefono per tipologia, rendendo possibile trovare ogni singola app anche per nome o in ordine alfabetico.

I widget sono un altro aspetto rivoluzionato in iOS 14: come avviene in Android, dalla prossima versione del sistema operativo questi elementi si potranno finalmente posizionare all'interno delle schermate Home. I widget potranno essere posizionati sulle Home screen anche sotto forma di Smart stack, ovvero pile sovrapposte di widget da sfogliare uno sull'altro con dei semplici tocchi del dito per avere a disposizione tutte le informazioni che contengono costantemente aggiornate.

Su iOS 14 è in arrivoanche un'altra carattetistica a lungo richiesta dagli utenti: i video in modalità Picture in Picture, una funzione che permetterà agli utenti di continuare a godersi le proprie clip preferitei anche mentre aperta in primo piano c'è un'app di messaggistica, un social o qualunque altra app. Siri inoltre diventerà molto più intelligente: potrà trascrivere i comandi vocali in testo dettato, ma anche tradurre in diverse lingue grazie a una apposita modalità.

L'app Messaggi si evolverà sotto molti punti di vista: le conversazioni più importanti potranno essere portate in cima alla lista; le Memoji si arricchiranno di espressioni ed età rappresentate, ma aggiungeranno agli accessori anche le maschere facciali anti Covid-19; nelle conversazioni di gruppo sarà possibile infine rispondere direttamente ai singoli messaggi citandoli, ma anche citare con una menzione i membri specifici di un gruppo.

L'app Mappe subirà un aggiornamento che permetterà agli utenti di trovare nuovi posti dove fare la spesa, uscire la sera, andare in vacanza e molto altro. Queste guide sono state compilate in collaborazione con diversi brand specializzati nell'offerta di guide locali, mentre gli algoritmi di Apple penseranno a come far arrivare sul posto nel modo migliore, aggiungendo in quest'ultimo aggiornamento una modalità dedicata ai percorsi in bicicletta e ai veicoli elettrici — anche se inizialmente in poche aree metropolitane.

Novità dietro l'angolo anche per il sistema di infotainment CarPlay — con nuove app incluse — e in generale nell'utilizzo dell'auto. Con iOS 14 il telefono si trasforma infatti nel mazzo di chiavi del veicolo, ovviamente solo nelle auto compatibili. Le prime auto che potranno essere avviate semplicemente poggiando il telefono all'interno del vano dedicato alle chiavi saranno le Bmw Serie 5 in commercio dal mese prossimo, ma Apple sta tentando di espandere il sistema ad altri modelli e altri produttori.

Il nuovo iOS si doterà inoltre delle App Clip: pezzetti di app che in un solo tocco si avviano senza bisogno di essere scaricate dall'App Store. Le App Clip si attivano con dei QR Code da inquadrare o dei tag NFC che chi offre le app o i servizi può applicare dove desidera. In questo modo gli utenti o i clienti di un esercizio commerciale, un sito web o un produttore possono scoprire nuovi servizi o pagare al volo in negozi e catene che non conoscevano senza doversi iscrivere o scaricare alcunché. Le credenziali vengono infatti gestite in modo sicuro dal sistema operativo, e gli eventuali pagamenti da Apple Pay.

iPadOS 14

Non mancano neanche le novità riservate a iPadOS 14, la versione del sistema operativo mobile di Apple dedicata ai tablet dell'azienda. Insieme a tutte le novità di iOS 14 (compresi i Widget sulle schermate Home), tra le app progettate per iPad si fa strada una nuova barra laterale — una colonna che contiene gli elementi delle app (come foto e documenti) per rendere più semplice trascinare gli elementi da una cartella all'altra. In generale inoltre tutte le app di Apple sono state ridisegnate per essere utilizzate al meglio sfruttando il grande schermo del tablet.

Le chiamate in arrivo sul telefono verranno notificate da una piccola finestra che non occupa tutto lo schermo. Con iPadOS 14 arriverà anche una nuova modalità di ricerca universale degli elementi nel tablet, in cloud o sul web.

Gli appunti scritti con lo stilo digitale Apple Pencil potranno infine essere trascritti automaticamente in digitale, così come forme, frecce e altri simboli. La selezione del testo funzionerà anche con gli appunti scritti a matita, facendo doppio tap sulle parole con le dita. Si potrà inoltre utilizzare Apple Pencil per scrivere direttamente gli indirizzi nella barra del browser per evitare di dover poggiare l'accessorio e scrivere con la tastiera ogni volta.

Quando arriveranno iOS 14 e iPadOS 14

Come di consueto, le novità annunciate nel corso del keynote non saranno disponibili da subito per tutti. Apple rilascerà l'aggiornamento a iOS 14 e iPadOS 14 inizialmente in versione beta, una versione preliminare e incompleta dedicata agli sviluppatori e agli appassionati disposti a rischiare di trovarsi per le mani un dispositivo solo parzialmente funzionante. L'arrivo dei due aggiornamenti riservato al grande pubblico è previsto per questo autunno.