Il rapporto speciale che intercorre tra Apple e Samsung è ormai è noto: da una parte le due aziende si combattono nei negozi e fino a pochi anni fa nelle aule di tribunale, ma dall'altra portano avanti una relazione commerciale profittevole per entrambe — con il gruppo coreano che fornisce componenti di prima qualità ad Apple e la casa di Cupertino che li impiega all'interno di prodotti pagati a peso d'oro dai consumatori finali. Ora però un incidente recente potrebbe incrinare i rapporti commerciali tra i due giganti: secondo quanto riporta ETNews Apple potrebbe infatti dover sborsare a Samsung una penale di centinaia di milioni di dollari per via di un ordine concordato ma poi ridimensionato all'ultimo momento.

Secondo le fonti della testata l'ordine in questione riguarderebbe un numero imprecisato di pannelli OLED, ovvero gli schermi di alta qualità che finiscono sui iPhone XS e XS Max. La penale in particolare sembra sia legata alla volontà di Apple di far costruire a Samsung una sede produttiva dedicata ai display di iPhone, capace di sfornare 100 milioni di pannelli all'anno. La richiesta si sarebbe poi rivelata eccessiva: un calo nelle vendite imprevisto avrebbe infatti portato alla decisione di rallentare la produzione di nuove unità dei due telefoni e di conseguenza di diminuire in corsa gli ordini relativi ai nuovi pannelli.

ETNews parla di una penale di centinaia di miliardi di won — ovvero di un esborso che partirebbe da circa 90 milioni di dollari a salire, a seconda di quante centinaia di miliardi si parli. Non si tratta certo di una cifra impossibile da pagare per Apple, che però sembra non verrà rilasciata in contanti: piuttosto, conclude la testata, è probabile che la casa di Cupertino intenda indennizzare i partner con la promessa di nuovi ordinativi, nella speranza che ulteriori imprevisti non si mettano nuovamente di traverso.