Apple e Intel sarebbero in trattative avanzate per la cessione del business dei chip 5G all'azienda della mela per 1 miliardo di dollari. Lo riporta il The Wall Street Journal, indicando che l'accordo potrebbe essere annunciato durante la prossima settimana. Ad aprile Intel aveva dichiarato di voler uscire dal settore dei modem 5G proprio in seguito all'annuncio dell'accordo tra Apple e Qualcomm per la produzione di chip dedicati alla nuova infrastruttura da integrare all'interno dei prossimi iPhone: senza un cliente come Apple, aveva spiegato il CEO Bob Swan, "non esiste un percorso" nel settore.

Stando ad un rapporto di Bloomberg, al tempo Apple non pensava che Intel potesse fornire modem 5G con le tempistiche volute dall'azienda di Cupertino, un elemento che aveva costretto la mela a rivolgersi all'eterno rivale Qualcomm per la fornitura dei chip da integrare nei futuri iPhone 5G. Proprio questa decisione aveva spinto Intel ad uscire dal settore dei modem 5G e a cercare un acquirente per il suo business. Acquirente che, pare, sarà proprio Apple attraverso un accordo da 1 miliardo di dollari (o più) che fornirà a Cupertino l'accesso a brevetti e staff con forti competenze nel 5G.

Una mossa sensata anche considerando il fatto che Intel è stata l'unica azienda fornitrice di modem per gli iPhone dello scorso anno e che per anni Apple è stato l'unico cliente dei modem di Intel, dato che la concorrenza Android ha quasi sempre preferito i prodotti Qualcomm o soluzioni proprietarie. Nonostante il recente accordo con Qualcomm, quindi, appare sempre più ovvio che Apple stia lavorando alla realizzazione di modem proprietari in maniera simile a quanto fatto con i processori che ormai caratterizzano iPhone e iPad. L'esperienza di Intel in questo campo non farà altro che velocizzare questo processo, consentendo ad Apple di diventare ancora più indipendente da aziende terze.