8 Gennaio 2015
12:00

Attacco hacker alla Germania, un gruppo filorusso rivendica l’azione

Un gruppo di hacker filorussi, CyberBerkut, ha colpito tutti i maggiori siti web del governo tedesco. I responsabili hanno rivendicato l’azione tramite un post sul loro blog, chiedendo all’Unione Europea di fermare il supporto finanziario e politico a Kiev.
A cura di Marco Paretti

I siti web del governo tedesco sono sotto assedio dalle 10 di ieri mattina. I responsabili – un gruppo filorusso chiamato CyberBerkt, in riferimento alla polizia ucraina filorussa –  hanno rivendicato l'azione tramite un post sul loro blog, accusando Yatsenyuk di essere alla ricerca di fondi dell'Unione Europea e del Fondo Monetario Internazionale per estendere la guerra nell'est dell'Ucraina e non per ricostruire il paese.
L'attacco ha colpito poche ore prima di un incontro programmato tra la cancelliera tedesca Angela Merkel e il primo ministro ucraino Arseny Yatsenyuk. Da ieri siti i web del governo tedesco, compresi quelli di Angela Merkel, del ministero degli Esteri e del Bundestag, risultano irraggiungibili.

"Ci rivolgiamo a tutta la popolazione e al governo tedesco per fermare il supporto finanziario e politico al regime criminale di Kiev, che ha dato vita ad una sanguinosa guerra civile" hanno scritto gli hacker sul blog "Noi siamo CyberBerkut! Non dimentichiamo! Non perdoniamo!"
L'attacco è stato portato a termine tramite l'ormai famoso DDoS – Distribuited Denial of Service – che permette di sommergere i siti web con milioni di richieste di collegamento in arrivo da tutto il mondo, portando all'inevitabile sovraccarico e al completo oscuramento.

"Si è trattato di un attacco molto grave causato da una moltitudine di sistemi esterni" ha commentato Steffen Seibert, portavoce della Merkel "Stiamo organizzando contromisure per respingere l'azione". Dal governo tedesco non arrivano però conferme sull'origine dell'attacco.
Stando a quanto scritto sul blog del gruppo, i responsabili potrebbero essere localizzati in Ucraina, ma i post vengono pubblicati in inglese e russo. Gli esperti suggeriscono che si tratti di un team posizionato nell'est dell'Ucraina, molto vicino al confine con la Russia. CyberBerkt aveva già fatto parlare di sé intercettando e pubblicando alcune missive tra l'esercito ucraino e quello americano, compresi alcuni documenti nei quali si richiedevano finanziamenti per partecipare ad un'esercitazione organizzata dagli USA in Ucraina.

Facebook e Instagram down, nuove conferme sull'attacco hacker
Facebook e Instagram down, nuove conferme sull'attacco hacker
Nuovo attacco hacker contro Sony Pictures
Nuovo attacco hacker contro Sony Pictures
Attacco hacker a Sony, gli esperti frenano: "Non sono stati i nordcoreani"
Attacco hacker a Sony, gli esperti frenano: "Non sono stati i nordcoreani"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni