È di poche settimane fa la diffusione su Facebook di false dirette nelle quali i truffatori utilizzano video di personaggi famosi di tutto il mondo per inscenare dei finti concorsi in tempo reale sul noto social network. Lo scopo è irretire gli spettatori con finti quiz e condurli così a rivelare i dati della propria carta di credito per ritirare premi inesistenti, ma negli ultimi giorni questi raggiri hanno iniziato a prendere di mira anche un personaggio particolarmente famoso in Italia: Laura Pausini.

Come funziona la truffa delle dirette Facebook

Il fenomeno è stato messo sotto i riflettori anche dalla Polizia Postale nei giorni scorso. Nel raggiro i truffatori allestiscono una diretta Facebook nella quale viene riprodotto il filmato di un personaggio famoso che parla alla videocamera, ma il flusso in realtà è una registrazione precedente, ottenuta in modo abusivo e poi copiata sul social. Gli spettatori non sanno che il filmato è registrato: quel che vedono è semplicemente il video di uno dei loro idoli con il bollino della diretta di Facebook che li invita alla visione. Con dei messaggi in sovrimpressione nella clip gli spettatori vengono poi invitati a rispondere a una semplice domanda dietro la promessa di essere estratti per l'estrazione di un premio.

Cosa succede alle vittime

Chi cade nel tranello e risponde tra i commenti viene contattato in privato dagli amministratori della pagina che puntualmente riferiscono alla vittima di aver vinto il premio. Nel messaggio che annuncia la vittoria è presente un link da seguire, che porta a una pagina web dove i truffatori tentano di portare a segno il colpo: il premio – viene annunciato nella pagina – può essere ritirato solamente fornendo i dati della propria carta di credito. Ovviamente non c'è alcun premio in palio: l'intero schema, dalla diretta Facebook alla riscossione del denaro, passando per il quiz, è architettato per far credere alle vittime di poter approfittare di un privilegio e vincere una grossa somma; rilasciare i dati della carta di credito li mette però nelle mani dei truffatori.

La variante con Laura Pausini

Fino a poco tempo fa a tenere banco erano clip registrate e spacciate come dirette che riguardavano Cristiano Ronaldo. In questi ultimi giorni la truffa sembra aver cambiato protagonista: a diffonderla sono soggetti che si spacciano come pagine fan della cantante, mentre il premio promesso per chi partecipa al quiz è di 5.000 euro. Difendersi da questo tipo di raggiri è facile: le domande sono sempre fin troppo semplici e in generale nessuno – personaggio famoso o no – elargisce migliaia di euro in concorsi su Facebook richiedendo il numero di carta di credito per completare la transazione.