Quando un film dura 3 ore come nel caso dell'ultimo Avengers: Endgame, c'è un problema che colpisce molti spettatori: la necessità di andare in bagno. Magari perché non avete pensato di andarci poco prima della proiezione, oppure perché avete deciso di affrontarla con una bibita da un litro e mezzo: in tutti questi casi è probabile che ad un certo punto dei 180 minuti della pellicola vi venga lo stimolo incontrollabile di andare in bagno. Eventualità che potrebbe portare a perdersi dei pezzi importanti di trama. Come fare, quindi, ad evitare di andare in bagno proprio mentre nel film due personaggi parlano di un momento clou senza però cadere negli spoiler preventivi? Ad aiutarvi è Runpee, un'applicazione che vi indica il momento più adatto per una corsa al bagno.

Il concetto è estremamente semplice: durante la visione del film, l'applicazione invia delle notifiche per indicare quando è possibile andare in bagno senza perdersi nulla. E se proprio non riuscite a resistere e dovete andare ad ogni costo alla toilette proprio prima di un momento importante, l'app provvedere a comunicarvi le informazioni che vi siete persi nel frattempo. "Questo è il film più importante che abbiamo coperto con Runpee" ha spiegato Dan Gardner, fondatore dell'app. Lo scorso mese il presidente della Marvel, Kevin Feige, aveva spiegato che in Endgame i fan non avrebbero avuto tempo di andare in bagno. "Endgame è così lungo per un motivo" aveva spiegato. "Non siamo fan dei film lunghi senza motivo, siamo fan dei film che vorresti non finissero mai".

Per questo la funzione che consente all'app di aggiornare gli utenti su quello che si sono persi durante la pausa bagno risulterà estremamente importante. Ma quindi qual è il momento migliore per andare in bagno durante Endgame? Secondo l'app, il punto più sicuro è a 1 ora e 54 minuti dall'inizio per un massimo di 4 minuti di pausa, quando non c'è sviluppo della storia né battute. Riconoscerete questo momento perché sullo schermo ci sarà Occhio di Falco sdraiato nell'acqua. L'applicazione sembra essere diventata così popolare da aver mandato in tilt i server, costringendo lo sviluppatore a pubblicare un messaggio di scuse sul sito ufficiale. "Non sapete quanto sono deluso" ha spiegato. "Pensavo fosse tutto a posto per sostenere il traffico di Endgame, poi tutto è crashato". L'app è disponibile per Android e iOS.