bitcoin 2019

Il valore dei Bitcoin si sveglia da un letargo, che dura ormai da diversi mesi, e improvvisamente si impenna toccando i 5.000 dollari, valore simile a quello di novembre dello scorso anno. Uno scatto improvviso verso l'alto che, secondo gli esperti, non trova per ora basi solide e dovrebbe trattarsi sono di un effimero momento di "euforia". È quanto successo nelle scorse ore, quando all'improvviso il valore ha cominciato a lievitare, facendo registrare +15 percento e dando la scossa ad un mercato che è ben lontano dai valori della fine del 2017, quando un bitcoin arrivò a valere anche 18.000 dollari. In ogni caso, si è trattato di un lampo, infatti non appena raggiunto il valore dei 5.000 dollari, la prima volta nel 2019, altrettanto velocemente è sceso sotto i 4.600 dollari, secondo CoinMarketCap. Anche se il rialzo potrebbe essere stato causato da un "compratore misterioso".

L'improvviso aumento del valore dei Bitcoin è tornato a fare notizia dopo un periodo abbastanza stabile. Nelle scorse ore improvvisamente il valore si è impennato fino ad arrivare ai 5.000 dollari e, altrettanto velocemente, è subito sceso sotto, toccando circa 4.600 dollari. Un lampo, si direbbe, che ha fatto registrare una crescita del 15 percento del valore con un valore di capitalizzazione di circa 84 miliardi di dollari, secondo CoinMarketCap. Il valore di tutte le valute, che hanno subito lo stesso rialzo anche se con valori leggermente differenti, è andato vicino ai 160 miliardi di dollari.

Le impennate dei Bitcoin come queste non sono una novità, la vera notizia è che dall'inizio dell'anno questa è la prima volta che la valuta, che lo scorso anno ha compiuto 10 anni, ha toccato la soglia dei 5.000 dollari. Anche se, secondo alcuni analisti, potrebbe trattarsi anche di una conseguenza legata all'azione di un compratore misterioso, il quale avendo acquistato una quantità rilevante di valuta virtuale, avrebbe causato questo effetto al rialzo. È quanto ha affermato all'agenzia Reuters, Oliver von Landsberg-Sadie, CEO di BCB Group, società di brokeraggio. In pratica si sarebbe trattato dell'attivazione di acquisto di 100 milioni di bitcoin attraverso un algoritmo informatico.

"C'è stato un solo ordine che è stato gestito algoritmicamente, per un totale di 20.000 Bitcoin" ha dichiarato von Landsberg-Sadie alla Reuters, prcisando che gli ordini sono stati sparsi su Coinbase, Krakene e Bitstamp. "Se si guardano i volumi su ciascuna delle tre piattaforme, ci sono stati acquisti di circa 7.000 BTC in un'ora, in maniera sincronizzata".