Come avveniva fino al decennio scorso con gli SMS, ogni anno a capodanno sulla piattaforma di messaggistica WhatsApp viene scambiato un numero di messaggi senza precedenti. Amici, parenti e conoscenti affluiscono sulla piattaforma per scambiarsi auguri approfittando del fatto che le comunicazioni sono gratuite; quest'anno però – complice la situazione pandemica – a far registrare un record sono state in particolar modo le chiamate audio e video effettuate sulla piattaforma, che secondo i gestori nella notte di capodanno sono state ben 1,4 miliardi.

Fino all'anno scorso a fare notizia era più che altro il quantitativo di messaggi scambiati su WhatsApp durante la notte di san Silvestro. Chi desiderava incontrarsi lo faceva dal vivo, riservando un pensiero veloce ad amici e parenti lontani sotto forma di messaggio di testo. Quest'anno la pandemia di Covid-19 ha costretto tra le mura di casa centinaia di milioni di persone e imposto un limite al numero di persone che sarebbe stato saggio o consentito incontrare contemporaneamente. I limiti imposti sono stati aggirati con la tecnologia, e in particolare con chiamate e videochiamate, che hanno sopperito al desiderio di vedersi e interagire in tempo reale.

I contatti registrati possono essere stati veloci chiamate di auguri effettuate dopo il cambio di data per poi tornare a festeggiare con i propri affetti in presenza, oppure vere e proprie videochiamate che hanno sostituito gli incontri dal vivo, occupando magari l'intera serata e coprendo il momento fatidico della mezzanotte. I risultati si sono osservati nei dati pubblicati da Facebook a partire dalle ore successive al capodanno: nel complesso, il numero di chiamate audio e video effettuate su WhatsApp nella nottata del capodanno è aumentato del 50 percento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.