Oggi ottenere una carta di identità elettronica in Italia è possibile quasi ovunque, ma non dappertutto la procedura è altrettanto semplice e priva di inghippi. In molti comuni anzi la procedura, pur non essendo particolarmente laboriosa, può comunque comportare giorni di attesa per un appuntamento, e anche una volta ottenuta udienza rischia di dare luogo a fastidiosi viaggi a vuoto nelle sedi comunali che finiscono col far perdere tempo prezioso agli interessati. Ecco perché il Team per la Trasformazione Digitale del Governo ha messo a punto un sito web, accessibile sia da smartphone che da computer, attraverso il quale è possibile ridurre a zero tutti gli eventuali tempi morti e gli inconvenienti che possono incorrere nel processo di emissione del documento.

La piattaforma si chiama Agenda CIE, dove CIE sta proprio per Carta di Identità Elettronica, e permette di fissare online un appuntamento nel proprio comune verificando attraverso un calendario quali sono i giorni in cui gli addetti hanno il tempo per la pratica. Oltre a prenotare il proprio posto allo sportello, il sito permette di precaricare i propri dati personali ed evitare che una volta giunti in comune si debbano compilare scartoffie da sottoporre al dipendente di turno. Tra i dati che è possibile fornire in anticipo non manca il più importante: la propria fotografia, che non è necessario fornire in analogico ma si può reperire anche da un file digitale o scattandola direttamente con il dispositivo dal quale ci si sta collegando – che sia uno smartphone o un computer. La fotografia o l'autoscatto vengono inoltre controllati automaticamente dal sistema, che valuta l'immagine secondo i criteri di identificazione validi a livello internazionale.

In poche parole, utilizzando la piattaforma non si corre il rischio di presentarsi in comune senza il materiale necessario, né con una foto inutilizzabile. Dopo aver effettuato la prenotazione su Agenda CIE dovrebbe essere dunque necessaria solo una visita di conferma agli sportelli per apporre la propria firma alla documentazione fornita, pagare la pratica e dare il via al processo di emissione del documento.