Il CES è anche questo: non solo presentazioni importanti da parte di grandi aziende, ma anche dimostrazioni di tecnologie (spesso utilizzate in dispositivi no-sense) prodotte da piccole startup emergenti. E' il caso della Double Robotics, un'azienda specializzata in robotica che ha presentato il Double, una sorta di alter-ego robotico che dovrebbe rendere possibile e migliorare la telepresenza.

Gli sviluppatori di questo dispositivo avranno sicuramente preso spunto dalla puntata di Big Bang Theory in cui Sheldon Cooper, per evitare i pericoli del mondo reale, si chiude nella sua stanza e realizza una sorta di robot meccanizzato: proprio come accade nel telefilm, anche con il Double la faccia di chi comanda il robot sarà visualizzata su un tablet posizionato su un modulo molto simile a quello del Segway e che si potrà comandare a distanza, grazie ad una connessione senza fili ed una webcam.

Andando oltre alle leggere similitudini con la sitcom americana, lo scopo del Double (uno degli esemplari di questo genere più convenienti, venduto al prezzo di 2499 dollari) è quello di rendere possibile la presenza virtuale delle persone in luoghi non raggiungibili, come una fabbrica dove non è possibile essere presenti fisicamente in cui è comunque necessario spostare e comunicare.