I motivi per i quali la memoria a disposizione dello smartphone diminuisce inesorabilmente col passare del tempo sono numerosi: tra le app scaricate, le foto scattate e la musica e le serie in streaming salvate per poterne usufruire online, i preziosi GB della memoria interna sono destinati a terminare con troppa rapidità, specie sui modelli di telefono più economici. Tra i colpevoli da non sottovalutare ce n'è però uno particolarmente subdolo: l'app di messaggistica WhatsApp, che per ogni foto, GIF divertente, o video ricevuto da altri contatti intasa silenziosamente la memoria necessaria megabyte dopo megabyte, fino a rallentare le operazioni dell'intero smartphone. Ecco dunque come fare per liberarsi dei GB di troppo occupati da contenuti che ormai non interessano più o magari sono già stati copiati altrove.

Come cancellare foto o video di un contatto o un gruppo su WhatsApp

Uno dei metodi più efficaci è stato previsto direttamente dagli sviluppatori e risiede in una funzione nascosta tra le impostazioni dell'app. Alla voce Utilizzo dati e archiviazione, è disponibile una sezione relativa all'Utilizzo archiviazione che visualizza la quantità di spazio occupato dai dati di WhatsApp sul telefono. Toccando su questa voce si apre una lista delle conversazioni e dei gruppi attivi, che in cima fa figurare le chat che occupano più spazio. Toccando una singola chat è possibile sapere quanto spazio occupano le foto, gli adesivi, le GIF, i video, i messaggi audio e i documenti, mentre toccando il pulsante Libera spazio in fondo si può scegliere quali di questi elementi eliminare in massa.

Come cancellare selettivamente foto o video

Il sistema purtroppo non consente di fare alcuna selezione sui contenuti da conservare. Per farlo tocca invece affidarsi a un metodo più lento e laborioso: recarsi nelle singole chat, aprirne le opzioni e selezionare la voce Media del menù a scomparsa. Così facendo si apre una galleria delle immagini scambiate con il contatto o all'interno del gruppo in questione, divise per data di invio o ricezione. Sapere quando il contenuto è stato memorizzato può aiutare — insieme all'anteprima — a capire di cosa si tratta senza doverlo aprire a tutto schermo. Premere a lungo sul quadrato di anteprima permette invece di selezionare più elementi per volta, velocizzando il processo di eliminazione delle foto e dei video indesiderati.

Come tenere al minimo lo spazio occupato

Per prevenire in futuro situazioni di memoria insufficiente dovuti alla fame di spazio di WhatsApp è possibile sfruttare un'altra funzione interna alle impostazioni dell'app: sempre sotto Utilizzo dati e archiviazione, la sezione Download automatico media istruisce l'app su quando le foto e i video vadano scaricati automaticamente e quando chiedere invece all'utente la conferma per farlo. Normalmente la funzione serve per impedire di consumare troppi dati quando si è collegati a Internet in roaming o con connessioni dati a consumo, ma le impostazioni predefinite possono essere modificate per impedire di scaricare qualunque contenuto in automatico, anche sotto Wi-Fi. In questi casi, foto e video ricevuti dai contatti appariranno comunque nelle conversazioni, ma solo come immagini sfocate: per vederli nel loro formato originale basterà toccarli con il dito, consapevoli però che questo li salverà sulla memoria del telefono, consumandola.