Ormai qualche mese fa su WhatsApp erano apparsi i primi indizi di una novità in arrivo sulla piattaforma: la possibilità di inviare foto e video capaci di autodistruggersi dopo la visione. Era lo scorso autunno e la funzionalità veniva descritta dalle voci di corridoio come in arrivo ma ancora in una fase di sviluppo iniziale. Ora le prime schermate della novità sono trapelate in Rete, segno che finalmente foto e video effimeri sono davvero in arrivo a breve sull'app di messaggistica più usata al mondo.

Come funzionano le foto che si autodistruggono su WhatsApp

Le nuove informazioni sulle foto WhatsApp che si autodistruggono le ha fornite come di consueto WABetaInfo, allegando screen ricavati da ultime versioni preliminari dell'app; le schermate confermano il funzionamento della novità che era stato già descritto qualche mese fa, aggiungendo alcuni dettagli grafici utili ad avere un'anteprima del sistema. I contenuti multimediali inviati all'interno delle chat potranno essere contrassegnati con uno speciale pulsante che reca il simbolo di un timer e che funziona come un interruttore: inviare la foto con la funzionalità attivata la renderà temporanea sul telefono del destinatario.

Dal canto suo, chi riceve una foto o un video marcati come temporanei avrà ben presente la natura effimera dei contenuti; a ricordarlo ci saranno infatti una serie di segnali grafici apposti dall'app per ricordare questo aspetto. Innanzitutto il materiale ricevuto si presenterà nella chat sfocato, in modo da non poter essere visto in anteprima, e contrassegnato dal simbolo del timer; una volta aperto il contenuto, una finestra di dialogo ricorderà allo spettatore che si tratta di un messaggio temporaneo, dando a quest'ultimo la possibilità di leggere una descrizione della nuova funzionalità per capire come funziona.

I limiti di foto e video temporanei

Stando a quanto si legge nelle schermate, il concetto di temporaneità adottato dagli sviluppatori di WhatsApp non è lo stesso di altre piattaforme. Le foto e i video contrassegnati in questo modo possono infatti essere teoricamente visti e riprodotti per tutto il tempo che si desidera e per un numero indeterminato di volte; a farli sparire è il fatto di abbandonare la chat nella quale sono stati ricevuti. Gli sviluppatori non intendono ovviamente una vera e propria uscita: per perdere la possibilità di vedere le foto e i video temporanei ricevuti in una conversazione basterà passare a un'altra chat per pochi secondi.

Il materiale contrassegnato in questo modo non potrà uscire facilmente dalla chat di origine, dal momento che il salvataggio nella memoria del telefono sarà inibito dall'app. Inviare foto e video in questo modo non li renderà comunque del tutto al sicuro da copie non autorizzate: innanzitutto stando a WABetaInfo non è ancora stata aggiunta una protezione dagli screenshot che avvisi il mittente della cattura di una schermata da parte del destinatario; inoltre quest'ultimo può sempre fotografare lo schermo del telefono con un altro dispositivo e salvare il materiale per sempre. Anche quando la novità farà il suo debutto su WhatsApp — a questo punto potrebbero volerci pochi giorni o settimane — il consiglio è dunque di non utilizzarla per inviare materiale sensibile o privato con troppa leggerezza.