Chiunque, bene o male, ascolta musica dal proprio computer o smartphone, utilizzando cuffie con filo o wireless. Ma quanti di voi puliscono gli auricolari regolarmente? Di certo vi sarete accorti che le cuffie tendono ad accumulare cerume, che alla lunga, oltre ad essere sgradevole da vedere e pericoloso per la salute, può bloccare il suono e portare ad un audio attutito. Anche nel caso di una situazione non così drammatica da risultare sgradevole gli auricolari possono sembrare puliti, ma in realtà è sempre presente del cerume e, in generale, dello sporco che è meglio rimuovere. Per farlo, però, bisognerebbe seguire alcune accortezze, soprattutto quando si parla di auricolari piccoli e costosi come gli AirPods di Apple.

Se pensate di cavarvela con un seplice cotton fioc, infatti, dovrete ricredervi: il piccolo batuffolo di cotone non pulisce davvero le cuffie ma, anzi, se utilizzato male non fa altro che "spalmare" il cerume sugli auricolari, peraltro rischiando di farlo penetrare nella piccola grata a protezione dei componenti interni portando ad un irreparabile danno. Anche l'idea di utilizzare qualche tipologia di liquido è da escludere: se già con i normali auricolari sarebbe una procedura rischiosa, con gli AirPods si rischia di rovinare i delicati circuiti legati alla connessione senza fili.

La soluzione migliore è quella di utilizzare uno speciale materiale con il quale estrarre il cerume senza doverlo premere contro le superfici delle cuffie. Per questo è possibile utilizzare della speciale gomma pane, la stessa che può essere impiegata per rimuovere briciole e polvere dalle tastiere. Si può acquistare per pochi euro su Amazon ed è semplicissima da utilizzare: basta premerla contro le aree sporche, muoverla leggermente per farla aderire alla sporcizia e poi rimuoverla. Grazie allo stesso metodo è inoltre possibile pulire anche la custodia degli AirPods, anch'essa caratterizzata da spazi difficili da raggiungere con i normali strumenti.