playstation-vr

Quello della realtà virtuale nei videogiochi è un settore promettente ma che ancora non è arrivato a esprimere il suo pieno potenziale. Le cose potrebbero cambiare con il lancio della prossima generazione di PlayStation VR, il visore che la casa giapponese Sony ha portato inizialmente sul mercato nel 2016 per la sua PlayStation 4. Il nuovo prodotto è stato anticipato ufficialmente per la prima volta da Sony sul suo blog: sarà dedicato all'attuale (e ancora introvabile) PlayStation 5, e disporrà di numerose migliorie che potrebbero renderlo appetibile a un maggior numero di videogiocatori.

Nuova grafica

A parlare del futuro della realtà virtuale su PlayStation sono stati due degli uomini chiave nel suo sviluppo: il responsabile della pianificazione, Hideaki Nishino, e quello di PlayStation, Jim Ryan: il primo lo ha fatto sul blog dedicato alla piattaforma, il secondo in una intervista seguente rilasciata a GQ. Nel complesso le prime anticipazioni sul nuovo visore riguardano numerosi aspetti, il primo dei quali riguarda grafica e immersività: il display interno al visore vanterà una risoluzione maggiore – un aspetto che sulla prima generazione di VR era rimasto indietro rispetto ad alcuni dispositivi della concorrenza – ma soprattutto un maggior campo visivo. La grafica insomma sarà più dettagliata e la visuale avvolgerà maggiormente i giocatori per dare loro ancora di più l'idea di trovarsi al centro dell'azione.

Cambia il controller

Un'altra novità che renderà più coinvolgente entrare nel mondo della realtà virtuale riguarda un aspetto secondario ma ugualmente importante: il collegamento alla console. Il nuovo visore non sarà wireless come sperano in molti, ma disporrà comunque di un singolo cavo di connessione. Questo dovrebbe rendere innanzitutto più semplice collegare i due dispositivi, ma soprattutto più agevole muoversi all'interno del soggiorno di casa senza il rischio di aggrovigliamenti. L'ultimo aspetto che è stato trattato riguarda i controlli: all'interno della realtà virtuale del nuovo PlayStation VR ci si muoverà grazie anche a un nuovo telecomando che incorporerà tecnologie mutuate dal controller DualSense lanciato con PlayStation 5. Il sistema di vibrazione potrebbe restituire sensazioni più precise e i grilletti rispondere con diversi gradi di intensità alla pressione esercitata dalle dita.

Non arriverà presto

L'unico problema è che il visore non è esattamente dietro l'angolo. Il lancio non è previsto prima del 2022, così come i giochi in realtà virtulae di nuova generazione che sfrutteranno la nuova tecnologia. Stando a Sony i primi kit per lo sviluppo – completi di tutte le componenti preliminari che vedranno la luce nel prodotto finale – stanno già per raggiungere i primi sviluppatori; evidentemente però per gli ultimi accorgimenti e soprattutto per la produzione di massa serve ancora tempo. La stessa PlayStation 5 del resto sta ancora faticando ad arrivare nelle case di tutti i giocatori.