WhatsApp si può considerare una piattaforma di messaggistica piuttosto completa, anche se ancora priva di alcune funzionalità che per certi versi avrebbero potuto essere già da tempo al suo interno. Un esempio è rappresentato dalla novità che sta raggiungendo in queste ore gli utenti su smartphone Android e iOS: la possibilità di inviare clip video rimuovendo la traccia audio dal contenuto, permettendo ai destinatari di vederli senza fare rumore o di censurare l'audio per questioni di privacy.

Gli sviluppatori avevano già in mente da tempo di introdurre questa funzionalità nella piattaforma di messaggistica: la sua presenza era stata intercettata in una delle versioni preliminari dell'app rilasciate addirittura l'anno scorso. Da ora però la novità è presente nelle versioni pubbliche dell'app, il che vuol dire che per averla a disposizione dovrebbe bastare un aggiornamento manuale di WhatsApp da App Store e Play Store.

Come togliere l'audio dai video da inviare su WhatsApp

Dopo aver effettuato l'aggiornamento, inviare un video privo di audio su WhatsApp è molto più semplice. Per farlo basta recarsi nella conversazione desiderata, premere il tasto per gli allegati ai messaggi e scegliere l'opzione Galleria per selezionare la clip da inviare. Una volta scelta, gli strumenti per la modifica includeranno un tasto con l'immagine stilizzata di un altoparlante. Il posto dove cercare è direttamente sotto alla sequenza di fotogrammi, subito a sinistra delle informazioni su dirata del video e dimensioni in memoria: premere il simbolo farà in modo che inviando la clip la traccia audio venga eliminata.

A cosa serve togliere l'audio dai video da inviare su WhatsApp

Ci sono diversi motivi per cui può essere utile eliminare la traccia audio di un video prima di inviarlo ai propri contatti. La clip potrebbe contenere un audio dal volume fastidioso e non necessario: in questo caso eliminarlo rende il contenuto riproducibile ovunque senza disturbo e senza dover abbassare il volume del telefono. Nella traccia audio potrebbero inoltre essere presenti conversazioni di sconosciuti o altre informazioni sensibili. Non si tratta di scenari particolarmente frequenti, ma la funzione è comunque utile, soprattutto considerando che l'alternativa per ottenere lo stesso risultato è trasformare il video in una gif (ma WhatsApp può farlo solo per filmati di pochi secondi) oppure passare per un'app di editing che non tutti hanno a disposizione sul telefono.