Nelle scorse ore TikTok ha annunciato una novità pensata per rendere la piattaforma più utilizzabile dagli utenti con disabilità di vario genere: una funzione di traduzione dal testo al parlato che può leggere il testo immesso nelle clip dai loro autori grazie a un motore di sintesi vocale simile a quello alla base di assistenti digitali come Alexa, l'Assistente Google e Siri. La novità è ancora in fase di rilascio ma ha già incuriosito parecchi utenti che stanno sfruttandola per creare clip narrate dalla voce digitale del motore di sintesi.

Quella di utilizzare motori di sintesi vocale per arricchire i contenuti video in realtà non è una novità assoluta, anzi: la pratica è già ampiamente utilizzata sia dagli utenti generici sia da tutti i tiktoker che per i motivi più disparati sono impossibilitati o hanno problemi a esprimersi con la propria voce. Quel che sta cambiando a partire da queste ore è che TikTok ha deciso di includere gli strumenti necessari a ottenere questo effetto direttamente all'interno dell'app, mentre fino a oggi per farlo erano necessari due passaggi: generare il contenuto audio da un software esterno e poi integrare quanto ottenuto all'interno del tiktok da pubblicare.

 

La novità non è ancora a disposizione di tutti gli utenti, e come dimostrano le clip caricate da molti utenti non è ancora perfetta. Prima che compaia all'interno dell'app in tutto il mondo insomma potrebbe passare ancora del tempo. Per verificare se è già disponibile sul proprio smartphone basta però aggiornare TikTok all'ultima versione disponibile e girare il video che si desidera arricchire con l'audio generato dal motore di sintesi. Una volta terminate le riprese e aggiunti gli adesivi, occorre inserire il testo desiderato utilizzando l'apposita funzione e posizionarlo all'interno della clip; toccando sulla casella, tra le opzioni che permettono di impostare la durata del testo o modificarne il contenuto dovrebbe comparirne una relativa alla nuova funzionalità.