L'abitudine di coprire la webcam del proprio computer portatile è ormai diffusa in tutto il mondo. La paura di poter essere spiati dalla propria fotocamera senza accorgersene è d'altronde concreta e ha spinto molti a coprire la lente con uno degli innumerevoli accessori che è possibile acquistare online. Non solo nastro adesivo: ora esistono molte piccole coperture che offrono anche la comoda possibilità di poter coprire e scoprire la webcam con un piccolo pannello a scorrimento. Il problema di questi accessori, che spesso sono sottili ma non abbastanza, è che possono rovinare lo schermo. Lo spiega Apple in una recente pagina di supporto caricata sul suo sito, raccomandando di non utilizzare nulla di spesso più di 0,1 millimetri per evitare di rompere lo schermo.

"Lo spazio tra lo schermo e la tastiera è progettato per accettare una piccolissima tolleranza" si legge sul sito della mela. "Se chiudi il tuo MacBook con una cover installata, potresti danneggiare lo schermo". E la riparazione dello schermo di un MacBook, anche sotto AppleCare+, non è di certo economica: si parla di circa 1.000 euro per il modello da 16 pollici. La pagina è stata caricata dall'azienda di Cupertino lo scorso 2 luglio e spiega che, oltre ai possibili danni al display, coprire la fotocamera può interferire con il sensore di luce ambientale e impedire il corretto funzionamento di funzioni come la luminosità automatica e il True Tone.

Ma quindi come proteggere la propria privacy? Apple spiega che gli utenti possono confidare nel piccolo LED verde posizionato accanto alla webcam, pensato per illuminarsi proprio quando questa viene accesa. "La camera è ingegnerizzata in modo tale da non potersi attivare senza che il LED venga acceso" spiega Apple. In breve, il modulo con il LED è posizionato tra la fonte di energia e la webcam e non può essere bypassato se non lavorando fisicamente sul MacBook. In questo modo la luce si accede per forza ogni volta che la webcam viene attivata. Insomma, in assenza della luce verde si può stare tranquilli. È però altrettanto vero che alcuni utenti preferiscono semplicemente avere un ulteriore livello di separazione tra se stessi e, per esempio, i partecipanti a una videochiamata di lavoro. Oppure, come spesso succede, devono sottostare a regole aziendali che impongono l'utilizzo di una copertura per la webcam. In questo caso Apple raccomanda di rimuovere la cover ogni volta che si chiude lo schermo.