Questa sera si terrà l'inaugurazione della WWDC 2021, l'annuale conferenza globale organizzata da Apple per gli sviluppatori che lavorano sui dispositivi realizzati dall'azienda. L'evento si terrà esclusivamente online, durerà fino all'11 giugno e sarà ricco di incontri dedicati proprio agli sviluppatori, ma l'evento iniziale della manifestazione è dedicato all'anticipazione delle novità in arrivo all'interno del software Apple da parte dei manager e dei responsabili dell'azienda. Quest'anno, come di consueto, non mancano le anticipazioni su quel che sarà probabilmente annunciato dal palco dell'inaugurazione.

Le novità di iOS 15

Il sistema operativo di iPhone e iPad sarà come di consueto uno dei protagonisti dell'evento. Le indiscrezioni più recenti parlano di un'espansione delle funzionalità della piattaforma Messaggi, che dovrebbe acquisire funzionalità da social network per finire a competere con WhatsApp e altre app di messaggistica istantanea evolute. Si evolverà anche il sistema di impostazione delle notifiche che si potrà modificare velocemente per quando si sta guidando, lavorando o dormendo e renderà possibile impostare risposte personalizzate a seconda della modalità selezionata. L'ultima novità in arrivo dovrebbe denunciare le app che raccolgono silenziosamente dati sugli utenti. Su iPadOS è prevista invece una nuova schermata home che darà finalmente l'opportunità agli utenti di muovere i widget dove desiderano, traendo vantaggio da tutto lo spazio sullo schermo a disposizione.

L'incognita su homeOS

Sugli altri sistemi operativi sviluppati da Apple non sono trapelate indiscrezioni, ma si è parlato invece di un prodotto inedito: battezzato homeOS, dovrebbe essere un software in grado di gestire non solo gli altoparlanti intelligenti HomePod, ma in prospettiva anche altri hub di controllo della domotica che la casa di Cupertino non ha però ancora neppure annunciato. Se però ci siano già all'orizzonte gadget come smart display o prodotti per le videochiamate è ancora presto per saperlo.

Forse nuovi Macbook Pro e un visore AR

La WWDC è l'occasione durante la quale Apple presenta il suo nuovo software, mentre i prodotti veri e propri sono solitamente annunciati in altre occasioni. In questi mesi però il gruppo sta rivoluzionando la sua offerta di computer Mac dotandoli dei nuovi chip M1 progettati internamente. I gadget che ancora mancano all'appello sono i Macbook Pro, che potrebbero dunque fare capolino nel corso della conferenza insieme alla nuova generazione di processori che dovrebbe muoverli. Le indiscrezioni parlano di schermi da 14 e 16 pollici con cornici a livello come quelle di iPhone 12, ma anche del ritorno di interfacce come HDMI e SD, insieme al caricatore MagSafe.

Più improbabile, ma non impossibile, è che l'azienda presenti il visore per la realtà aumentata e virtuale che si dice stia preparando ormai da anni. Secondo le ultime voci di corridoio il gadget dovrebbe vedere la luce nel 2022, montare display 8K e costare circa 3.000 dollari. Se il momento del lancio fosse accurato, la conferenza potrebbe essere un buon momento per l'annuncio: in questo modo il gruppo darebbe agli sviluppatori tutto il tempo per prepararsi a creare giochi e altre esperienze immersive per il visore in arrivo.

L'appuntamento per seguire l'evento è fissato per stasera alle ore 19: il resoconto in diretta è su Fanpage.it