Tra le numerose tendenze che nascono e si sviluppano all'interno della piattaforma di condivisione video TikTok, una in particolare sta destando l'attenzione di molti utenti in tutto il mondo: l'esibizione di ragazze e ragazzi cinesi in abiti di moda che passeggiano per le strade come se niente fosse, ma di fatto dando in un certo senso l'impressione di essere intenti un una vera e propria sfilata. Le clip in molti casi vengono radunate in compilation che diventano virali e accumulano milioni di visualizzazioni l'una ma la loro origine è un fenomeno molto particolare.

Da dove arrivano i filmati

Innanzitutto le clip non provengono dalla versione di TikTok che conosciamo, ma da Douyin — la variante cinese della piattaforma di condivisione che però negli store digitali occidentali non è reperibile. I filmati in questione vengono scaricati da Douyin da parte di utenti che hanno fatto lo sforzo di procurarsi l'app da canali non ufficiali, e poi ripubblicati su TikTok dal loro profilo per accumulare visualizzazioni. Le ragazze e i ragazzi che compaiono nei video inoltre non ne sono gli autori, anzi le clip vengono registrate in un certo senso a loro insaputa. I protagonisti delle immagini sono effettivamente a passeggio per conto proprio e vengono fotografati o ripresi da terzi, che poi pubblicano il materiale su Douyin; questo spiega come mai di quando in quando i giovani sembrano accorgersi distrattamente del fatto che qualcuno li stia riprendendo, per poi però continuare a passeggiare come se niente fosse.

 

Chi sono i protagonisti

Come hanno spiegato alcuni utenti di TikTok sulla stessa piattaforma, quelli ripresi non sono necessariamente modelli o modelle, ma possono essere persone comuni, influencer o aspiranti tali. Gli osservatori più attenti avranno infatti notato che le location che fanno da sfondo a questi video è sempre le medesime: si tratta di zone particolarmente alla moda di Pechino, Chengdu, Shanghai e altre città dove è più facile incontrare persone vestite alla moda. Aggirarsi per le vie e i locali di questi distretti vuol dire farsi potenzialmente riprendere in video da fotografi e appassionati di moda, motivo per cui molti frequentano queste zone proprio nella speranza di essere immortalati e finire al centro di un video virale.

In cerca di visibilità

Gli influencer e le modelle con più esperienza sanno esattamente quali siano i punti più scenografici in cui si appostano fotografi e videomaker e si esibiscono in vere e proprie passerelle che non hanno nulla di ufficialmente organizzato, ma rappresentano comunque un tentativo deliberato di apparire sui social. Cenni di saluto, sorrisi, brevi sguardi diretti in camera e le altre espressioni che caratterizzano i protagonisti di questi video sono dunque autentici, ma fino a un certo punto: la raffica di foto o il passante con lo smartphone alla mano non sono sicuramente delle sorprese.

Le canzoni delle clip

I filmati vengono poi raccolti all'interno di clip tematiche, che mostrano ad esempio le coppie più fashion, gli indumenti che rispondono a particolari criteri o perfino le raccolte dedicate a un singolo personaggio — il tutto magari su richiesta dei follower di chi pubblica il materiale. Il filo conduttore, oltre al formato della finta sfilata, è uno: l'accompagnamento musicale. Come avviene spesso su TikTok, a caratterizzare i contenuti c'è un audio riconoscibile che viene adottato come colonna sonora per la tipologia di clip: nel caso in esame, si tratta di Such a whore di Jvla e di How you like that di Blackpink.