Una delle caratteristiche più interessanti degli iPhone 12 presentati nella giornata di ieri ha un nome familiare per chi utilizza dispositivi Apple: si chiama MagSafe, e come suggerisce il nome è una tecnologia che utilizza il magnetismo per bloccare in posizione alcune componenti accessorie dei dispositivi. Il sistema è nato sui computer Mac per consentire di farli rimanere agganciati ai cavi di alimentazione senza rendere questi ultimi un pericolo di inciampo, ma su iPhone avrà una funzione decisamente più interessante: si tratta di una componente circolare posizionata immediatamente sotto alla superficie posteriore che permetterà a caricatori wireless e altri accessori di centrare al primo colpo il dispositivo e rimanervi agganciati in modo saldo e sicuro.

La singolare soluzione ha destato interesse per più motivi. Innanzitutto rappresenta un modo intelligente per ricaricare il telefono senza fili assicurandosi che sia posizionato correttamente sul caricatore – che dev'essere compatibile con il sistema MagSafe e montare dunque dei magneti corrispondenti in grado di agganciarsi a quelli presenti sul telefono; in secondo luogo apre le porte a un ecosistema di accessori del tutto nuovo, nonché a un business paragonabile a quello delle cover per iPhone. Apple dal canto suo ha già messo in vendita un caricatore wireless, una gamma di cover trasparenti e un portafogli ad aggancio magnetico a prezzi allineati con le offerte della casa di Cupertino (rispettivamente a 55, 45 e 65 euro).

Il sistema non sarà però un'esclusiva dell'azienda, e potrà essere sfruttato dai produttori di accessori che desiderano farlo. Portafogli, cavalletti fotografici, batterie aggiuntive, portachiavi, tastiere fisiche, reggismartphone, piedistalli e altre propaggini che possono estendere le funzionalità del telefono non avranno più bisogno di una custodia trasparente alla quale agganciarsi, ma potranno connettersi direttamente con la scocca del telefono. E dal momento che gli smartphone Apple si vendono solitamente in diversi milioni di unità, le aziende che tenteranno di approfittare della novità per smerciare i loro accessori non tarderanno ad affacciarsi sul mercato in massa.