Lo scorso mese Apple ha pubblicato una lettera nella quale si scusava per le "incomprensioni" relative al fatto che i vecchi iPhone vengono rallentati per preservare la durata del dispositivo quando la batteria si deteriora negli anni. Una procedura che la stessa Apple aveva ammesso di mettere in pratica proprio per compensare il naturale decadimento delle batterie, ma che ha sollevato un polverone di lamentele e class action. L'azienda di Cupertino aveva inoltre annunciato che avrebbe ridotto il prezzo della sostituzione della batteria, che da oggi può essere richiesta a prezzo scontato, ma solo per alcuni dispositivi.

Apple ha infatti aggiornato la lettera di scuse presente sul sito ufficiale annunciando che la modifica nei prezzi della sostituzione sarà attiva da oggi fino a dicembre 2018. "Apple ridurrà di 60 euro il costo della sostituzione di una batteria fuori garanzia, portandolo da 89 a 29 euro, per chiunque abbia un iPhone 6 o successivo la cui batteria debba essere sostituita" si legge nella lettera. "Questo sarà valido in tutto il mondo fino a dicembre 2018". Da oggi è quindi possibile ottenere una sostituzione della batteria a 29 euro, ma solo a patto di possedere un iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 6s, iPhone 6s Plus, iPhone SE, iPhone 7 o iPhone 7 Plus.

"Pensavamo di aver bisogno di più tempo per essere pronti ma siamo felici di offrire ai nostri clienti un costo inferiore per una nuova batteria già da adesso" ha spiegato Apple. "Inizialmente potremmo avere scorte limitate di batterie, in base all’afflusso, ma comunque soddisferemo tutte le richieste". Per usufruire della sostituzione scontata vi basterà recarvi presso un Apple store. Per il 2018 l'azienda ha inoltre pianificato di rilasciare un aggiornamento di iOS con nuove funzioni che permetteranno agli utenti di controllare le condizioni della batteria del proprio iPhone e capire se stanno causando un peggioramento delle prestazioni.