Tra poco più di un mese gli utenti dell'operatore virtuale PosteMobile che per gestire gli aspetti chiave del servizio fanno affidamento sull'omonima app dovranno effettuare un piccolo cambiamento. A partire dall'11 gennaio infatti l'app PosteMobile a oggi ancora disponibile su App Store e Play Store sparirà dai negozi digitali dei telefoni Android e iOS e non sarà più supportata dall'operatore virtuale. La comunicazione è arrivata direttamente da PosteMobile sia attraverso il suo sito che tramite comunicazioni inviate agli utenti.

Quello di PosteMobile non è un abbandono nei confronti dei suoi utenti, ma una semplice operazione di riorganizzazione delle sue app: le principali funzioni svolte da PosteMobile passeranno infatti all'interno di un altro software del gruppo Poste Italiane, ovvero l'app PostePay. Il software nato per gestire la nota carta prepagata del gruppo sarà presto l'unica destinazione designata per gli utenti dell'operatore virtuale, che al suo interno potranno gestire tutti gli aspetti legati alla loro SIM. Credito residuo e piano tariffario si potranno consultare dall'app PostePay, così come le opzioni legate alla tariffa attiva, che potranno continuare a essere gestite attraverso l'app così come avviene già da oggi. Lo stesso vale per i consumi, i bonus residui e lo storico del traffico e delle ricariche effettuate, tutti disponibili all'interno dell'app PostePay.

Altri servizi, ha anticipato il gestore, andranno ricercati altrove. Secondo quanto riportato sul sito di PosteMobile, il servizio News e Utility si troverà esclusivamente nel Menu della carta SIM; la localizzazione GPS di PosteMobile Qui andrà gestita dall'app Qui per Android e iOS; Telegramma, Cerca Cassetta Postale e Cerca CAP si troveranno sul sito www.poste.it e per Prenota Ticket occorrerà utilizzare l'app Ufficio postale disponibile sul Play Store di Google e su App Store.