Tra poco più di due settimane la popolare app di messaggistica WhatsApp smetterà di funzionare su alcuni smartphone, così come annunciato dalla stessa azienda produttrice a fine 2016. Dopo aver interrotto il supporto per iPhone 3GS con sistema operativo iOS 6, i device con sistema operativo Android 2.1 e 2.2, e con Windows Phone 7, il prossimo 30 giugno WhatsApp smetterà di supportare anche i dispositivi con sistema operativo BlackBerry, BlackBerry 10, Nokia S40 e Nokia Symbian S60.

Tra gli smartphone che non supporteranno più la famosa applicazione di instant messaging anche alcune versione di Android tra cui il Galaxy Ace, Ace 2, Ace Plus e il Galaxy S Advance. Come spiegato in più occasioni dal team di WhatsApp, il motivo di questa azione è legato alla volontà di concentrare l'attenzione sugli smartphone più utilizzati dagli utenti di tutto il mondo:

"Quando abbiamo lanciato WhatsApp nel 2009, l'uso dei dispositivi mobile era molto diverso rispetto ad oggi. App Store era nato da pochi mesi, il 70% degli smartphone venduti aveva un sistema operativo BlackBerry o Nokia. I sistemi operativi offerti da Google, Apple e Microsoft erano installati su meno del 25% dei dispositivi venduti ai tempi. Al fine di guardare nei successivi sette anni, vogliamo concentrare i nostri sforzi sulle piattaforme mobile che la maggior parte della gente utilizzerà".

Tutti i possessori di smartphone Nokia S40, Symbian S60, Blackberry OS e Blackberry 10 saranno dunque costretti a passare un dispositivo più recente per poter continuare ad utilizzare WhatsApp per chattare con i propri contatti: "Anche se questi dispositivi sono stati una parte importante della nostra storia, oggi non offrono la possibilità di espansione di cui necessitiamo per aumentare le funzionalità della nostra applicazione".