Death Stranding, l'ultimo titolo di Hideo Kojima, è stato sempre presentato come un'esclusiva PlayStation 4, sebbene tra i giornalisti del settore girassero ipotesi su una possibile versione dedicata al pubblico PC. Ipotesi concretizzatesi nella giornata di oggi con la conferma da parte di Kojima Productions  – il team di sviluppo diretto per l'appunto da Hideo Kojima – che, attraverso il suo account Twitter, ha comunicato che Death Stranding arriverà sì su PlayStation 4, ma anche su PC. A differenza però della versione console, prevista il prossimo 8 novembre, quella per PC sarà attesa per l'inizio dell'estate 2020. Sarà inoltre distribuita da 505 Games, publisher con sede a Milano.

Si tratta di una notizia importante, che appiana momentaneamente il fenomeno della console war, cioè le offese tra i diversi fan di PlayStation, Xbox, Nintendo e PC. Ma anche perché dimostra un'apertura da parte di Sony, che in precedenza aveva dimostrato una certa riluttanza per iniziative congiunte con i rivali, come Microsoft e Nintendo. Infine, se Death Stranding sarà così importante come lascia intendere dai suoi trailer, è giusto che opere di questa portata siano fruibili in più modi.

Sin dalla sua prima apparizione sul palco di E3 2016, il titolo di Hideo Kojima ha dato l'idea di potere stravolgere il panorama videoludico, grazie al suo concpet fumoso ed engimatico, ma allo stesso tempo potente nella sua narrazione. Parte di ciò è dimostrato anche dal cast stellare che ha partecipato allo sviluppo del gioco, tra i quali figurano Norman Reedus, Guillermo del Toro e altri. Occorre aspettare ancora prima di avere una data specifica anche per PC, ma la notizia rilasciata da Kojima Productions non può che rendere entusiasti tutti gli appassionati.