Nel corso delle ultime ore il Movimento 5 Stelle e Fratelli d’Italia hanno manifestato la volontà di chiedere l’impeachment del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Una richiesta che, pare, ha incuriosito gli italiani e li ha spinti a cercare su Google il termine evidentemente sconosciuto. Ma secondo le statistiche di Google, lo hanno fatto nel modo sbagliato e utilizzando una parola completamente inventata: impingement. Lo si scopre guardando i trend di Google, cioè le parole più cercate all'interno del motore di ricerca, dove si trovano anche le ricerche correlate ad un determinato termine, in questo caso impeachment.

Come riporta Rivista Studio, subito dopo la notizia della richiesta avanzata da Di Maio e Meloni, su Google sono esplose le ricerche riguardanti il termine, con molti errori. Si passa da “impichment” a “impicment”, passando per il termine che ha ottenuto più ricerche, cioè appunto “impingement”. Non si tratta ovviamente delle parole più cercate, ma degli errori più comuni. L'elemento curioso, come sottolinea qualche utente su Twitter, è che l'errore è in realtà probabilmente figlio dello stesso algoritmo di Google (e degli errori precedenti): se infatti si comincia a digitare "Impi" su Google, il primo suggerimento della funzione di autocompletamento è proprio "impingement".

Insomma, è probabile che molti utenti abbiano cercato il termine scrivendo la parola come viene pronunciata, arrivando così a generare una forte richiesta su Google, che, a causa del suo algoritmo, l'ha mostrata ad altri utenti nel suo autocompletamento. Ma che cos'è impingement? Semplice, in inglese è una malattia che interessa i muscoli legati al movimento della spalla. In italiano si traduce con "sindrome da conflitto sub-acromiale". Che poco ha a che fare con la "messa in stato d’accusa del Capo dello Stato", cioè appunto l'impeachment.