tiktok

Era facile prevedere che sarebbe successo: dopo aver ammassato utenti più velocemente di qualunque altra piattaforma online, l'app di condivisione video TikTok sta venendo presa di mira da creatori di contenuti professionali che con i propri video sperano non solo di intrattenere i follower e cementare la propria popolarità presso questi ultimi, ma anche di guadagnare qualcosa dalle proprie attività creative.

A differenza di YouTube però — dove i gestori dei canali più popolari riescono a guadagnare dalle inserzioni pubblicitarie — su TikTok questo tipo di monetizzazione non funziona ancora a dovere, e artisti e influencer si stanno affidando al lavoro di agenzie specializzate a metterli in contatto con le esigenze di brand ansiosi di raggiungere il pubblico di giovanissimi presente sulla piattaforma.

Il punto — ha raccontato a The Verge il CEO di una di queste aziende — è che creare contenuti dotati del giusto mix di ingretienti su TikTok è molto più difficile che su qualuque altra piattaforma, e "a causa di questo livello di difficoltà sono ancora pochi quelli che lo sanno fare: molti pensano che TikTok sia il nuovo Instagram, ma credo che da questo punto di vista sia molto più simile a YouTube". Proprio per questo — anche se su YouTube e Instagram un influencer di grande successo continua a guadagnare di più — presto gli autori presenti su TikTok e capaci di padroneggiare il linguaggio della piattaforma saranno in grado di chiedere ancora di più per una collaborazione organica.

La domanda di contenuti sponsorizzati è infatti destinata ad aumentare sempre di più: del resto dopo una prima fase in cui TikTok si è sostanzialmente affollata di giovani e giovanissimi, da settimane ormai è partita anche in Italia la rincorsa di soggetti che con queste realtà vogliono entrare a tutti i costi in contatto, e le aziende sono tra questi soggetti. I modi per farlo però sono sempre gli stessi: comprare un annuncio pubblicitario vecchio stile passando per la piattaforma interna a TikTok, inaugurare un account sul social e lavorare affinché un proprio contenuto diventi virale, o cercare direttamente una collaborazione con TikTok per sponsorizzare una challenge — un'operazione che però stando sempre a The Verge può costare centinaia di migliaia di dollari. In mezzo ci sono proprio i contenuti creati in collaborazione con agenzie e influencer, che troveranno sempre più spazio sulla piattaforma.