L'annuncio delle disponibilità dei primi vaccini anti Covid-19 ha dato speranza a centinaia di milioni di persone minacciate dalla pandemia e dalla conseguente crisi economica. Per arrivare ai risultati comunicati in questi giorni dalle case farmaceutiche è servito il contributo di migliaia di volontari che hanno accettato di partecipare alle speciali sperimentazioni mirate a verificare l'efficacia dei composti: in questi giorni alcuni di questi partecipanti stanno rivolgendosi a piattaforme social come TikTok per raccontare la loro esperienza con i test.

 

È il caso ad esempio di Ashley Locke, una 29enne statunitense del Tennessee che ha partecipato alla sperientazione messa in campo da Oxford-AstraZeneca per il suo composto AZD1222, e che l'ha annunciato ai suoi follower su TikTok con un video in cui si mostrava sulla strada per la clinica dove stava per ricevere la sua prima iniezione. Il video ha catturato l'interesse di centinaia di migliaia di persone, tanto che la giovane ha poi inaugurato una serie di contenuti nella quale ha offerto aggiornamenti sul suo stato di salute e sul processo di controllo messo in atto dai produttori del vaccino. Locke non ha mancato neppure di rispondere alle curiosità dei follower con tiktok ad hoc, né di tenere testa ad antivaccinisti e negazionisti che paragonano ancora Covid-19 a una comune influenza.

 

A poche centinaia di chilometri, in Georgia, un'altra ventinovenne sta seguendo lo stesso percorso, ma con un altro vaccino: lei si chiama Chelsea Regina e il preparato è un altro di quelli che negli ultimi giorni è stato dichiarato in avanzato stadio di sviluppo – quello di Pfizer. La sua avventura è iniziata a settembre; i contenuti dedicati al vaccino sono più rari e i follower che si sono appassionati alla sua storia sono di meno ma – come ha raccontato a Yahoo – la giovane è comunque contenta di condividere con il suo pubblico i dettagli un processo che per primo aveva incuriosito anche lei.