Un vero e proprio attacco hacker ha costretto eBay a contattare alcuni dei propri utenti via email, per consigliare di cambiare la password d'accesso alla piattaforma. Secondo le ricostruzioni, nel periodo che va dalla fine di febbraio all'inizio di marzo 2014, il portale per la compravendita elettronica più utilizzato al mondo è sarebbe stato violato da un gruppo di malintenzionati che, accedendo al database relativo agli utenti, avrebbe avuto modo di impossessarsi dei relativi dati personali, delle email criptate e delle password d'accesso.

Nessun problema invece per tutti i dati contenenti informazioni relative ai pagamenti elettronici: l'azienda rassicura che i dati finanziari e i dati di sicurezza relativi a Paypal non sono stati compromessi.

Il crollo in borsa e l'indagine

Dopo l'ammissione della violazione di sicurezza, l'azienda americana ha subito un calo in borsa nelle contrattazioni pre-apertura, con una perdita importante di circa l'1,3 %. La società fondata da  Pierre Omidyar inoltre, riferisce di essere tutt'ora a lavoro con autorità ed esperti di sicurezza informatica e che quindi non può riferire il numero specifico degli utenti interessati, ma aggiunge che ad essere stata colpita dall'attacco potrebbe essere una gran parte degli utenti registrati alla piattaforma.