Lasciarsi ipnotizzare dallo smartphone anche quando si è in spiaggia non sarebbe l'ideale, anzi: lo scopo stesso della vacanza dovrebbe essere quello di staccare temporaneamente la spina e dimenticarsi problemi e vicende che fin dall'avvento del cellulare hanno invece iniziato a inseguirci fino in capo al mondo. Eppure c'è chi per lavoro o per svago non può comunque fare a meno del fidato compagno di vita, ma che non ha vita facile a consultarlo tra gli ombrelloni. Per questa categoria di vacanzieri può essere utile portarsi appresso una sdraio portatile come quelle prodotte da Ostrich.

L'aggeggio è una semplice lettino con telaio in alluminio e struttura di sostegno in tessuto, che però all'altezza della nuca ospita una finestra ovale che è possibile aprire per potersi sdraiare a pancia in giù mantenendo il volto libero dalle ostruzioni. Posizionandosi in questo modo e facendo scivolare le braccia sotto la sdraio per reggere il telefono, diventa possibile consultarlo comodamente: lo schermo è protetto dai riflessi della luce solare, e per osservarlo non occorre protendere le braccia verso il cielo come avverrebbe sdraiandosi supini. Fortunatamente l'accessorio non è adatto solo a chi non può rinunciare a notifiche e messaggi, ma in generale facilita la vita a chiunque voglia concedersi un po' di relax leggendo — che si tratti del quotidiano, di un libro o delle classiche parole incrociate — in riva al mare o in piscina.

Come ogni estate il gadget sta riscuotendo un discreto successo, e nella sua versione più economica (da circa 50 euro) è rimasto a disposizione solamente negli Stati Uniti; in ogni caso è comunque possibile ordinarne su Amazon una versione leggermente più costosa, oppure ripiegare su una delle numerose alternative che sfruttano lo stesso principio: con la spedizione rapida potrebbe arrivare in tempo per il ponte di ferragosto.