Uno dei giocattoli più antichi sta per essere rivoluzionato digitalmente. La start-up israeliana Particula ha infatti presentato una nuova versione del cubo di Rubik chiamata GoCube, una variante del popolare gioco d'abilità in grado di connettersi al web e di sfidare gli amici online. Lanciato nel 1974 dallo scultore ungherese Erno Rubik, il famoso cubo ha venduto negli anni oltre 350 milioni di esemplari. Che, però, non hanno quasi mai presentato nuove funzioni se non sotto forma di qualche variante estetica. GoCube, invece, vuole completamente rivoluzionare il cubo offrendo funzioni digitali.

Il nuovo cubo si connette allo smartphone attraverso la connessione bluetooth e consente ai giocatori di accedere alla funzione battaglia, grazie alla quale è possibile sfidare altri giocatori online scegliendo tra diverse modalità offerte dall'app. Inoltre, sempre tramite l'applicazione dedicata è possibile accedere a minigiochi e missioni che richiedono di risolvere il cubo in particolari condizioni. L'app sarà disponibile sia su App Store che su Play Store e mette anche a disposizione una guida per i giocatori che desiderano affinare la prozia abilità con il cubo di Rubik.

Proprio grazie all'aspetto tecnologico del cubo, l'app è in grado di fornire feedback ai giocatori sul loro metodo di risoluzione, inviandogli suggerimenti o proponendo sfide per spingerli a risolverlo più velocemente. Il tutto sfruttando alcuni sensori integrati direttamente nel dispositivo. "Con tutti questi dati e capacità di analisi, possiamo indicare ai giocatori i punti deboli della loro tecnica" ha spiegato Udi Dor, CEO di Particula. "È un nuovo modo di fare pratica". La campagna Kickstarter per il giocattolo ha superato ogni aspettativa: rispetto ai 25.000 dollari richiesti inizialmente, il cubo ne ha già ottenuti 800.000. Il suo prezzo di vendita sarà di 119 dollari e il suo rilascio è atteso per marzo 2019.