Il prossimo set LEGO Creator Expert sarà una Fiat 500 storica. A svelarlo sono alcune indiscrezioni circolate in queste ore sul web, tra cui l'immagine della scatola del set che, quindi, dovrebbe essere praticamente confermato e di imminente annuncio. La macchina italiana dovrebbe essere composta da 960 pezzi ed essere caratterizzata da un acceso colore giallo e da un tettuccio pieghevole nero. Il modello scelto per il set LEGO, che di certo deriva da una partnership tra l'azienda italiana e quella danese, sembra essere la Fia 500 L del 1968, dove la dicitura "L" stava per "lusso".

Il modello della Fiat 500 dovrebbe arrivare ad aprile ad un prezzo di 79,99 euro. La carrozzeria è ovviamente costituita da mattoncini LEGO gialli, con paraurti e coprimozzo cromati. Il tettuccio superiore nero è realizzato in tessuto e può essere arrotolato su se stesso. Il modello ha due porte che possono essere aperte, mentre gli interni sono spartani come da tradizione: sedili leggeri e volante grigio. Dalle foto sembra che il cruscotto sia un adesivo. È persino presente una piccola valigia da agganciare alla parte posteriore dell'automobile, come si faceva un tempo per le gite fuori porta.

Il modello possiede anche il motore, presente nel portellone posteriore, mentre il bagagliaio è davanti, come nel modello vero. Quest'ultimo contiene, tra le altre cose, una ruota di scorta. Il set è completato da un cavalletto per tela, una tavolozza con quattro colori, un pennello e un'immagine dipinta che ritrae la 500 davanti al Colosseo di Roma. Il set della macchina italiana appartiene alla serie LEGO Expert, cioè quel filone dei set LEGO pensati per i fan più esperti. Peraltro proprio la 500 gialla era finita al centro di un piccolo caso: lo scorso anno, come riporta Lega Nerd, Felix Stiessen e l'italiano Gabriele Zannotti avevano sottoposto l'idea di un modello simile al progetto LEGO Ideas – quello che consente agli utenti di inviare idee per i prodotti LEGO da trasformare in potenziali set reali – che però non è stato accettato. Forse perché l'azienda aveva già in cantiere il progetto della Fiat 500 L.