Tutti i proprietari di account Twitter traboccanti di profili seguiti hanno un nuovo santo: si chiama Julius Tarng ed è il programmatore che ha dato vita a Tokimeki Unfollow, un semplice strumento disponibile online che permette di rimettere ordine nelle timeline più confusionarie. Lo stesso Tarng definisce il suo software come una sorta di Marie Kondo digitale dedicata agli utenti del social network azzurre, e in effetti Tokimeki Unfollow si propone esattamente di rendere gli account più ordinati, più utili e soprattutto in grado di accogliere in futuro input più interessanti per il proprietario. Il tutto in un modo molto semplice: consigliando di smettere di seguire i profili ai quali si è rimasti legati per abitudine, ma che ormai non incontrano più i propri gusti.

Il processo non è completamente automatico e le decisioni finali sono sempre delegate all'utente. Il semplice algoritmo alla base di Tokimeki Unfollow si limita infatti a scorrere la lista degli account seguiti, mostrando per ciascuno di essi gli ultimi cinguettii prodotti (ma si può anche scegliere di generare una elenco casuale): a questo punto sta all'utente decidere, sulla base dei tweet appena letti, se vale ancora la pena seguire la persona in questione oppure se è chiaro che negli anni gli interessi in comune si sono fatti troppo pochi.

L'ideale secondo l'autore sarebbe non guardare neppure nome utente e biografia, concentrandosi soltanto sui contenuti visualizzati: in questo modo la scelta sarà imparziale. Per chi desidera sapere chi si sta eventualmente smettendo di seguire, resta però disponibile un'opzione per visualizzare la descrizione degli account. Per facilitare ulteriormente le cose, Tokimeki Unfollow propone infine tre alternative a portata di clic: smettere di seguire il profilo sotto esame, mantenerlo nella cerchia delle persone seguite, o aggiungerlo a una lista privata o pubblica.

Esattamente come Marie Kondo, il software non fa nulla che non possa fare qualunque utente di Twitter; semplicemente, si limita a consigliare un metodo e a fornire il giusto incoraggiamento per portare a termine una missione tutto sommato possibile: tagliare alcuni legami con il passato per fare posto a nuove esperienze.