Opinioni
3 Giugno 2016
10:00

Facebook annuncia DeepText, l’intelligenza artificiale che comprende ciò che scrivete

Facebook ha sviluppato una nuova intelligenza artificiale chiamata DeepText, la quale è in grado di comprendere ciò che le persone stanno scrivendo “con un livello di accuratezza vicino a quello umano”.
A cura di Marco Paretti

Facebook ha sviluppato una nuova intelligenza artificiale chiamata DeepText, la quale è in grado di comprendere ciò che le persone stanno scrivendo "con un livello di accuratezza vicino a quello umano". Ma con una marcia in più: può farlo diverse migliaia di volte al secondo e in oltre 20 lingue diverse. DeepText è stato annunciato nel corso delle ultime ore attraverso un post sul blog ufficiale del social network, dove gli ingegneri di Facebook hanno spiegato come funzionerà e come sarà rilasciato per tutti gli utenti nel corso dei prossimi mesi.

L'obiettivo dell'intelligenza artificiale è quello di comprendere meglio tutti i testi scritti sul social, in modo da fornire raccomandazioni migliori agli utenti e individuare con più precisione lo spam o l'abuso, eliminando questi contenuti istantaneamente. Ad oggi, però, il software è "solo" in grado di comprendere il contesto di un post, cioè il soggetto o l'intenzione generale. Un compito comunque non semplice, anche per le frasi che noi consideriamo più banali ma che necessitano la comprensione di elementi come la differenza tra Apple intesa come azienda e mela come frutto. In questo stato sarà messo in funzione su due fronti: in Messenger sarà in grado di comprendere quando l'utente ha bisogno di qualcosa, come un taxi, mentre sul social network potrà individuare la creazione di un post dove l'utente vuole vendere qualcosa, proponendogli di utilizzare il proprio strumento di pubblicazione degli annunci.

Un inizio modesto, ma che in futuro potrà espandersi velocemente man mano che l'intelligenza artificiale viene sviluppata ed è in grado di effettuare sempre più azioni. Come suggerisce il nome, DeepText è stata sviluppata sulla base del deep learning, l'apprendimento approfondito che oggi sta alla base dello sviluppo di tutte le intelligenze artificiali più avanzate. È grazie a questo elemento se DeepText è in grado di collegare tra loro diversi argomenti, cosa che le normali IA non sarebbero in grado di fare. In futuro Facebook spera di poter migliorare il software rendendolo in grado di riconoscere persone, luoghi ed eventi semplicemente "leggendo" i post degli utenti, utilizzando in seguito questi dati per profilare più efficacemente gli utenti e offrire raccomandazioni sempre più personalizzate.

Giornalista dal 2002 specializzato in nuove tecnologie, intrattenimento digitale e social media, con esperienze nella cronaca, nella produzione cinematografica e nella conduzione radiofonica. Caposervizio Innovazione di Fanpage.it.
Facebook usa l'intelligenza artificiale per
Facebook usa l'intelligenza artificiale per "leggere" le foto ai non vedenti
Facebook, Mark Zuckerberg annuncia un piano per lo sviluppo dell'intelligenza artificiale
Facebook, Mark Zuckerberg annuncia un piano per lo sviluppo dell'intelligenza artificiale
Sunspring, il film scritto da un'intelligenza artificiale
Sunspring, il film scritto da un'intelligenza artificiale
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni