(Foto: Facebook)
in foto: (Foto: Facebook)

Poche app per smartphone nel corso degli anni sono diventate inutilizzabili come Facebook Messenger. Nato come semplice interfaccia ad hoc per la sezione di messaggistica del social network, il software in tutte le sue versioni (ma soprattutto sugli smartphone) si è trasformato col tempo in un inferno di schede, sottoschede e avatar dei contatti che fanno capolino in primo piano mentre stiamo facendo altro. Per fortuna però le cose stanno per cambiare: la versione 4 dell'app si annuncia in effetti molto più semplice da usare e sembra intenzionata a rimettere la messaggistica al centro dell'esperienza d'uso.

(Foto: Facebook)
in foto: (Foto: Facebook)

Facebook ne ha anticipato l'arrivo nel corso di un evento tenutosi in queste ore negli Stati Uniti, ma il rilascio è già cominciato e in realtà porta con sé un'unica novità di rilievo: la riduzione, nella barra inferiore dell'app, del numero di schede da cinque a tre. Una tab sarà dedicata alla cronologia delle chat, una rimarrà destinata ai contatti e una servirà a esplorare le funzionalità extra offerte dalla piattaforma, come i chatbot, i giochi e i collegamenti diretti alle pagine che Messenger pensa possa interessarci seguire su Facebook. Soprattutto però nessuna delle tre tab sembra infestata da ulteriori sottosezioni; resta dunque da capire che fine andranno a fare le funzionalità dell'app sbalzate via dalle paginate principali, come le storie, i gruppi e le chiamate, che rimarranno tutte integrate nella piattaforma.

(Foto: Facebook)
in foto: (Foto: Facebook)

Per scoprirlo potrebbe volerci qualche giorno: Facebook ha già iniziato la fase di rilascio dell'app, ma prima che questa si manifesti sugli smartphone di tutti occorrerà del tempo; la diffusione sarà infatti graduale e dovrà coinvolgere più di un miliardo di persone. Se poi i cambiamenti si riveleranno insufficienti, resta sempre una soluzione per evitare il mal di testa a ogni apertura di Messenger, ovvero Messenger Lite, la versione dell'app dedicata agli smartphone meno potenti e realizzata sempre da Facebook: una vera manna per chiunque con Messenger desideri semplicemente chattare.