5 Settembre 2011
13:20

Fiera della tecnologia a Berlino: Tv connesse al web e guerra dei tablet

Elettronica di consumo: come stanno entrando i dispositivi elettronici nella vita quotidiana e, sopratutto, cosa stanno facendo le aziende per migliorare l’uso e permettere che tutti i device siano integrati? Da sistemi hi-tech per auto fino alle fotocamere intelligenti, a Berlino va di scena l’usabilità della tecnologia!
A cura di Vito Lopriore
Ifa-fiera-della-tecnologia-a-Berlino-tablet-Samsung-Galaxy

A Berlino in questi giorni si tiene la fiera d’elettronica di consumo (IFA), che presenta svariati prodotti, di diverse aziende d’elettronica che offrono, oltre all’innovazione di alcuni device, uno sguardo su quella che potrebbe essere la vita digitale del futuro. Da software moderni per l’uso dell’automobile a fotocamere intelligenti, da nuovi modelli per la visione della TV alle novità del mercato dei notebook fino alla guerra dei tablet, prodotto sempre più consumer.

Ford ha presentato un nuovo sistema hi-tech per le automobili chiamato Evo. L’auto “connessa in rete” permetterà di modulare le prestazioni rispetto alle esigenze del guidatore; monitorare il traffico in aree intasate e suggerire il percorso migliore, sintonizzarsi sulla musica preferita dell’utente in alcune condizioni di viaggio – montagna, mare ecc. −, informare in modalità wireless il conducente sulla disponibilità di corsie libere per i mezzi a funzionamento con energia elettrica più la possibilità futura di essere aiutati dal sistema elettronico nella ricerca del parcheggio.

Panasonic ha presentato una TV capace di acquistare contenuti digitali e accessori hardware, oltre che, attraverso la funzione “Connect”, offrire il servizio “cloud” per memorizzare e usare i contenuti acquistati, oltre ai videogames. Haier ha presentato un modello capace, attraverso il sistema di Wi-Fi integrato, di trasferire i contenuti dal pc alla TV, navigare con il telecomando, oltre alle funzioni di video on demand e tutte le applicazioni previste dall’Haier Apps ( modelli serie A700 e A500).

Tablet: Apple accusa Samsung di plagio

Samsung ha presentato all’Ifa il Galaxy Tab 7.7: molto sottile, con uno schermo Amoled e un bel design, ha dovuto però ritirarlo presto dall’esposizione e dalle vendite perché Apple ha vinto un’ingiunzione preliminare contro il nuovo tablet dell’azienda coreana. Le cause civili tra le due aziende sono tutt’ora aperte in Olanda, Usa e Corea del Sud; da Cupertino avvisano: «Non è una coincidenza che gli ultimi prodotti di Samsung assomiglino tanto all'iPhone e all'iPad, dalla forma degli apparecchi all'interfaccia, fino alla confezione. Questa copia così sfacciata è sbagliata e dobbiamo proteggere la nostra proprietà intellettuale quando altre compagnie ci rubano le idee». Il lancio del tablet adesso è rimandato almeno di due mesi.

Per quanto riguarda i notebook, sono stati presentati gli ultrabook: computer più sottili, simili alle tavolette, ma che non hanno nulla da invidiare alle prestazioni dei modelli portatili classici. Oltre a Intel, che ha dato un grosso input a questi prodotti, Acer ha presentato l’Aspire S3, con un display HD da 13,3 pollici a Led e il telaio in lega di alluminio-magnesio; Toshiba ha presnetato il suo modello ultrabook chiamato Portégé Z830 con lo schermo che pesa 1,12 kg e vanta 15,9 millimetri di spessore.

Per quanto riguarda le fotocamere, Panasonic ha mostrato al pubblico il modello MV800 Multiview, che suggerirà al fotografo, attraverso un doppio display apribile, quale inquadratura migliore scegliere con una funzione automatica che suggerisce anche la posa. I device del futuro, dunque, si adattano sempre più alle esigenze del consumatore memorizzando, attraverso la tecnologia cloud, le esperienze d’uso.

35 dollari per un tablet Android: la tecnologia accessibile arriva dall'India
35 dollari per un tablet Android: la tecnologia accessibile arriva dall'India
Yahoo! dichiara guerra a YouTube sulle web-tv
Yahoo! dichiara guerra a YouTube sulle web-tv
La guerra in Libia si combatte anche sul campo della tecnologia
La guerra in Libia si combatte anche sul campo della tecnologia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni