Lei di schiena con un braccio teso indietro. Lui dietro all'obbiettivo che prende la mano di lei seguendola. Tutte le foto vengono scattate in questo medesimo modo cambiando però ogni volta lo sfondo, il luogo immortalato dalla foto. Si chiamano Murad Osmann, fotografo e produttore musicale e Nataly Zakharova, la sua dolce metà, blogger appassionata di moda. Dal 18 Ottobre 2011 continuano a postare foto su foto sul portale social dei loro viaggi in giro per il mondo e i propri seguaci sono diventati ormai più di 430.000.

Ad oggi i due ragazzi hanno scattato e, pubblicato sul profilo di Instagram, 193 foto in cui si posizionano praticamente in altrettanti paesi o comunque luoghi in giro per il mondo. Il tutto era nato assolutamente per scherzo e per gioco. Infatti in quella giornata di Ottobre di due anni fa Murad e Nataly erano in giro per Barcellona. Lei allora disse: "Dai basta fotografare. Andiamo!" E senza pensarci lo trascinò via. Ma lui, fotografo di professione, continuò a scattare e nacque proprio così il tormentone del "Segui Me" dei due ragazzi.

Ogni volta un luogo diverso, le vie di Singapore, le risaie di Bali, l'altalena in un parco a New York, le serate a Londra e chi più ne ha ne metta. Gli scatti sono volutamente realizzati e pubblicati con colori molto saturi. E' la tecnica dell' "overphotoshopped" che piace molto a Murad e che spesso utilizza nei propri lavori come spiega: "Gioco con i colori e modifico il contrasto ma gli scatti sono sempre veri, ricordi dei luoghi visitati".