25 Marzo 2013
18:13

Giappone, pubblicato il primo manga dedicato alla vita di Steve Jobs

Libri, opere d’ arte e pellicole cinematografiche hanno raccontato dell’ ex CEO di Apple, ma dal Giappone arriva il primo manga dedicato alla vita di Steve Jobs.
A cura di Daniele Cretella

La vita di Steve Jobs diventa un fumetto. Che l' ex CEO di Apple dopo la sua morte sia diventato un' icona del settore tecnologico (non che non lo fosse già in vita) è ormai un dato ampiamente registrato a giudicare dal numero di opere d'arte, action figure, pellicole cinematografiche e libri a lui dedicate a partire dall' Ottobre 2011. Se, però, la distribuzione della prima biografia cinematografica non ufficiale dedicata a Steve Jobs (che vede nel ruolo di protagonista l' attore Ashton Kutcher) è stata clamorosamente posticipata a causa di una serie di ragioni non del tutto delineate, è in Giappone una nuova opera dedicata al genio visionario del XXI secolo è stata ufficialmente rilasciata.

Si tratta di un manga (tipico fumetto giapponese) dal titolo non originalissimo Steve Jobs realizzato dal disegnatore Mari Yamazaki che ripercorre con grande fedeltà la biografia ufficiale dell' ex CEO di Apple redatta da Walter Isaacson tra il 2009 ed il 2011. Il primo volume, datato Maggio 2013, è stato rilasciato nel corso della giornata di ieri e secondo il quotidiano statunitense The Verge che ha avuto l' opportunità di leggerne le prime pagine, corrisponderebbe ad un prodotto di grande qualità sia per l' accuratezza delle immagini che per i contenuti che si ispirano alla classica cultura manga.

Come per la biografia di Isaacson, anche il manga inizia con uno scambio di battute tra Jobs ed il suo biografo, sottolineando l' influenza esercitata da Laurene Powell nella realizzazione dell' opera che, altrimenti, non avrebbe mai visto la luce. Con il proseguire del primo volume, vengono trattati i primi anni di vita di Steve Jobs oltre che il suo rapporto con i genitori adottivi e con i suoi compagni di scuola e si chiude con il primo incontro con Steve Wozinak.

In conclusione, pare proprio che il primo volume del nuovo manga dedicato al fondatore di Apple abbia riscosso un grande successo e non resta che augurarsi una diffusione a livello internazionale (con le relative traduzioni).

Google Glass, cosa ne avrebbe pensato Steve Jobs?
Google Glass, cosa ne avrebbe pensato Steve Jobs?
Steve Jobs ha effettuato donazioni anonime per 20 anni
Steve Jobs ha effettuato donazioni anonime per 20 anni
iSteve Trailer
iSteve Trailer
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni