Opinioni
15 Gennaio 2015
13:22

Glorious Leader, un videogioco è il nuovo obiettivo degli hacker nordcoreani

L’ultima vittima degli hacker nordcoreani è un videogioco: Glorious Leader, come viene chiamato Kim Jong-Un dai suoi fedeli. Il controverso gioco avente come protagonista il leader nordcoreano ha da subito attirato l’attenzione dei media e, inevitabilmente, anche quella degli hacker.
A cura di Marco Paretti

Le azioni di disturbo degli hacker nordcoreani non sembrano destinate ad interrompersi a breve. Dopo l’attacco informatico agli uffici di Sony Pictures e conseguenti minacce relative all’uscita del film The Interview, il gruppo sta ora prendendo di mira tutte le produzioni incentrate sul leader della Corea del Nord.
Tra queste, l’ultima vittima è un videogioco: Glorious Leader, come viene chiamato Kim Jong-Un dai suoi fedeli. Il controverso videogioco avente come protagonista il leader nordcoreano ha da subito attirato l’attenzione dei media e, inevitabilmente, anche quella degli hacker.

“Durante le vacanze di Natale siamo stati colpiti da diversi attacchi ispirati da quello di Sony” ha spiegato MoneyHorse, lo studio di sviluppo responsabile del gioco “Gli hacker hanno distrutto i dati relativi a Glorious Leader e altri progetti, impedendoci di accedere ai nostri PC e siti web”.
L’azienda ha riferito che questa non è la prima volta in cui vengono colpiti a causa del loro gioco, un insieme di elementi che li hanno convinti a rivalutare il loro impegno nell sviluppo. MoneyHorse ha inoltre spiegato di avere problemi finanziari, perché la campagna Kickstarter ha raccolto solamente 16.816 dollari a fronte di una richiesta di 55 mila dollari.
Gli sviluppatori hanno spiegato che con molta probabilità gli hacker responsabili dell’attacco ai danni di Glorious Leader non appartengono ai Guardians of Peace – il gruppo che ha colpito Sony Pictures – ma sarebbero solo una copia opportunista e amatoriale.
Il gioco sarebbe dovuto uscire a novembre, ma alcuni ritardi hanno reso inevitabile il posticipo del lancio. “Il nostro obiettivo è quello di evidenziare la natura ridicola della situazione” hanno continuato gli sviluppatori “Ci prendiamo gioco di tutte le persone coinvolte, non solo della Corea del Nord.
Attacco hacker a Sony, gli esperti frenano: "Non sono stati i nordcoreani"
Attacco hacker a Sony, gli esperti frenano: "Non sono stati i nordcoreani"
Nuovo attacco hacker contro Sony Pictures
Nuovo attacco hacker contro Sony Pictures
Un gruppo di hacker ha rubato milioni di dollari in oltre 100 banche
Un gruppo di hacker ha rubato milioni di dollari in oltre 100 banche
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni