3 Febbraio 2011
10:44

Google GDrive: 16 terabyte per lo storage dei dati a 4000 $ l’anno

Google ha appena diffuso alcune informazioni sul servizio di storage GDrive, che consente agli utenti di immagazzinare online i propri dati. Le soluzioni offerte sono tante e variano dai 2 GB ai 16 TB annuali. Intanto il cloud computing si avvia a diventare uno dei business più importanti dei prossimi anni…
A cura di Mario Maaroufi

google-gdrive

Se pensate di aver bisogno di uno spazio immenso per l'immagazzinamento dei vostri dati (d'accordo, scenario piuttosto poco credibile a meno che non abbiate a che fare quotidianamente con file audio, video o modelli 3D) forse non c'è bisogno di spendere un patrimonio per un hard disk di diversi terabyte. La soluzione per ovviare a questo problema arriva da Google, che adesso consente ai propri utenti di acquistare memoria in remoto fino a 16 terabyte. Come comunicato direttamente da Big G, infatti, gli utenti di Gmail, Picasa Web Albums e Google Docs avranno la possibilità di immagazzinare i propri dati sul servizio  Gdrive scegliendo la soluzione che più preferiscono.

Si va dall'offerta di 20 GB a soli 5 dollari l'anno fino ad arrivare  spazi molto più ampi: 1 TB verrà dato al costo di 256 dollari annuali, mentre 16 TB avranno il prezzo di 4.096 dollari per 12 mesi. Certo, una soluzione esagerata per un privato, ma che ha molteplici potenzialità con i professionisti che necessitano di consistente spazio sull'hard disk. E, al momento, il cloud computing – la possibilità di avere accesso a tecnologie informatiche o risorse come lo storage in remoto – appare sempre di più come uno degli obiettivi di Google per il futuro: investire in questo senso garantirà presto ampi profitti e questo il colosso di Mountain View sembra averlo capito bene.

La conferma arriva dal 451 Group, azienda specializzata in analisi e ricerche nel campo dell'information technology, secondo cui il mercato del cloud computing toccherà quota 16,3 miliardi di dollari entro il 2013. Siamo vicini, quindi… e Google non ha tutti i torti a puntare tutto sul suo GDrive.

Anche Google risponde sul tracciamento dei dati sugli smartphone
Anche Google risponde sul tracciamento dei dati sugli smartphone
Zeitgeist 2010: Google rivela le parole più cercate dell'anno
Zeitgeist 2010: Google rivela le parole più cercate dell'anno
Google aggiunge Facebook e Quora alla ricerca in tempo reale
Google aggiunge Facebook e Quora alla ricerca in tempo reale
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni