18 Maggio 2016
21:13

Google I/O 2016, tutte le novità dell’evento tra realtà virtuale, Android N e molto altro

Si è da pochi minuti conclusa la conferenza d’apertura dell’evento Google I/O 2016, l’annuale incontro all’interno del quale l’azienda di Mountain View presenta tutte le principali novità per quanto riguarda i propri prodotti.
A cura di Matteo Acitelli

Si è da pochi minuti conclusa la conferenza d'apertura dell'evento Google I/O 2016, l'annuale incontro all'interno del quale l'azienda di Mountain View presenta tutte le principali novità per quanto riguarda i propri prodotti. Ad aprire la conferenza Google il CEO Sundar Pichai che dopo una rapida introduzione sull'evoluzione della Rete ha sottolineato l'importanza dei dispositivi mobile, sempre più utilizzati dagli utenti per cercare informazioni.

Oggi il popolare motore di ricerca del colosso di Mountain View offre tecnologie evolute che hanno trasformato Google in una piattaforma sempre più funzionale: da un semplice luogo dove cercare informazioni tramite una serie di link alla tecnologia del Knowledge Graph che offre agli utenti soluzioni intelligenti con schede complete di contenuti multimediali, il supporto ai comandi vocali e tante altre funzionalità utilizzate ogni giorno da milioni di utenti in tutto il mondo. Tra le prime novità annunciate nel corso della sera di oggi dal numero uno di Google troviamo il servizio Assistant, un assistente virtuale in grado di aiutare le persone a svolgere azioni concrete nel mondo reale.

Google Assistant verrà integrato a partire dalla fine del 2016 nei principali servizi di Big G tramite un'applicazione web, su smartphone e tablet Android, sugli smartwatch Android e sulle automobili che supportano Android Auto. Inoltre questa nuova tecnologia sarà integrata nel nuovo Google Home, un dispositivo per la casa in grado di essere comandato tramite comandi vocali: dalla riproduzione della musica fino all'interagire con Chromecast e Chromecast Audio.

Un'altra novità annunciata dal palco della conferenza Google I/O 2016 è l'applicazione di messaggistica Allo che si contraddistingue delle altre app di instant messaging per una serie di funzionalità come la possibilità di rispondere in maniera automatica ad alcuni messaggi ricevuti grazie all'utilizzo dell'intelligenza artificiale ma anche altre feature più semplici come la possibilità di ingrandire il testo, scrivere sopra le foto inviate ed impostare un'opzione per far sapere ai propri contatti quando si è disponibili per chattare. L'app Allo di Google permette inoltre di prenotare un ristorante grazie alla partnership con il servizio OpenTable e di effettuare ricerche in-app per vedere i film in programmazione al cinema o per cercare un video da condividere all'interno di una conversazione.

Subito dopo Allo il team di Big G ha svelato l'app Duo, un servizio dedicato alle videochiamate one-to-one per tutti gli smartphone Android e iOS. Google Duo offre la crittografia end-to-end come tutte le principali applicazione di messaggistica istantanea in circolazione e si distingue dalle altre applicazioni per la modalità knock-knock che permette di vedere cosa riprende la fotocamera della persona che si intende chiamare ancor prima che questo risposta alla chiamata.

Una delle novità più attese all'evento Google I/O 2016 è stato sicuramente il nuovo sistema operativo Android N che offre agli utenti performance migliori ed una maggiore sicurezza grazie ad alcune tecnologie come la crittografia file-based oltre al rilascio di un numero di aggiornamenti più frequente. Inoltre il nuovo sistema operativo per smartphone Android offrirà il supporto nativo al multitasking e la funzione Quick Switch che permetterà di passare con un semplice doppio tap sulla schermata dell’ultima app aperta.

Grande spazio alla realtà virtuale con la presentazione ufficiale della nuova piattaforma Daydream che sarà supportata dal nuovo sistema operativo Android N per trasformare tutti gli smartphone Android in un dispositivo VR. Grazie alla modalità VR disponibile nel nuovo sistema operativo per smartphone e tablet, gli utenti saranno in grado di trasformare gli smartphone Samsung, HTC, LG, Xiaomi, Huawei, ZTE e ASUS come visori VR. Insieme al VR Mode di Android N arriveranno anche applicazioni come Netflix, IMAX, HBO, CNN e Hulu ma anche applicazioni come YouTube, Maps, Street View e Google Foto. Il debutto della piattaforma Daydream ed il relativo controller saranno resi disponibili nel corso dell'autunno.

Novità anche per i dispositivi indossabili, dal palco dell'evento per sviluppatori Google, infatti, il team dell'azienda del noto motore di ricerca ha annunciato il nuovo Android Wear 2.0, la nuova versione del sistema operativo per orologi smart che introduce una serie di novità come la possibilità di scrivere il testo sul display dell’orologio e numerose novità per il monitoraggio dell’attività fisica. Da segnalare inoltre il supporto alle applicazioni stand-alone che con Android Wear 2.0 potranno essere eseguite senza la necessità di collegare uno smartphone. A partire dalla serata di oggi il team di Google ha rilasciato per il download gratuito una prima versione dedicata agli sviluppatori, il rilascio della versione finale è invece atteso per l'autunno.

Google Chrome per Android, in arrivo un aggiornamento per il supporto alla realtà virtuale
Google Chrome per Android, in arrivo un aggiornamento per il supporto alla realtà virtuale
Google I/O, da Android N alla realtà virtuale: cosa aspettarsi dall'evento di Big G
Google I/O, da Android N alla realtà virtuale: cosa aspettarsi dall'evento di Big G
Attivare il comando Ok Google in tutte le schermate Android
Attivare il comando Ok Google in tutte le schermate Android
41.007 di Tecnologia Fanpage
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni