Opinioni
25 Febbraio 2016
11:02

Google lancia le AMP per siti web più veloci su mobile: cosa sono e come funzionano

Google punta ad un web sempre più veloce con il lancio globale delle Accelerated Mobile Pages (AMP), un’iniziativa che può essere vista come una vera e propria sfida agli Instant Articles di Facebook lanciati in Italia lo scorso novembre.
A cura di Marco Paretti

Google punta ad un web sempre più veloce con il lancio globale delle Accelerated Mobile Pages (AMP), un'iniziativa che può essere vista come una vera e propria sfida agli Instant Articles di Facebook lanciati in Italia lo scorso novembre. La novità, annunciata oggi dal CEO Sundar Pichai presso la facoltà di Sciences Po di Parigi, caratterizza le ricerche effettuate su Google da dispositivi mobile come smartphone e tablet: da oggi, insieme ai normali risultati di ricerca, saranno mostrati alcuni link in evidenza che, una volta cliccati, si apriranno istantaneamente, senza dover attendere il classico caricamento del sito web. Si parla di una velocità di apertura circa quattro volte superiore a quella normale.

Il lancio internazionale – anche l'Italia è presente nella cerchia delle nazioni coinvolte – giunge dopo quattro mesi di test svolti con centinaia di testate online, che per rientrare nel progetto hanno integrato la nuova piattaforma all'interno dei loro portali. Oltre a portare ad un caricamento nettamente più veloce, la tecnologia alla base delle AMP consente di ottenere un risparmio notevole in termini di traffico dati, con un taglio pari a circa 10 volte il traffico richiesto dai normali siti web, anche nelle loro versioni mobile. Questo snellimento caratterizza anche le pagine che contengono contenuti multimediali come video, animazioni e immagini.

Come funzionano, quindi, le nuove AMP? Semplice, effettuando una ricerca su Google da smartphone o tablet, il motore di ricerca visualizzerà una sezione dedicata agli articoli in grado di aprirsi istantaneamente (se presenti), i quali mostreranno una piccola icona a forma di fulmine verde. In questo modo sarà possibile sapere istantaneamente quali sono i link in grado di aprirsi in meno di un secondo. A seconda della ricerca, gli articoli in questione potranno essere visualizzati con un'immagine o sotto forma di semplici link. Il funzionamento, quindi, è del tutto simile a quello degli Instant Articles di Facebook, così come lo è l'obiettivo: ottenere sempre più clic e tempo speso all'interno del motore di ricerca, visto che i link delle AMP ricadono all'interno del dominio di Google.

Google aggiorna il suo Calendar Web e introduce i Reminder: ecco come funzionano
Google aggiorna il suo Calendar Web e introduce i Reminder: ecco come funzionano
45.034 di Tecnologia Fanpage
Google spinge sui contenuti mobile, da maggio sempre più rilevanti nelle ricerche
Google spinge sui contenuti mobile, da maggio sempre più rilevanti nelle ricerche
Facebook, cosa sono e come funzionano i bot di Messenger
Facebook, cosa sono e come funzionano i bot di Messenger
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni