Google ha annunciato che entro i prossimi 10 anni, quindi prima del 2030, tutte le sue operazioni saranno carbon-free 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, con l'obiettivo di ridurre a zero le emissioni di carbonio delle sue attività di data center e dei suoi campus sparsi per il mondo. Già da diverso tempo l'azienda americana ha eliminato la sua impronta di carbonio attraverso l'acquisto di compensazioni di carbonio, mentre dal 2017 Google ha fatto coincidere il consumo di elettricità al 100% di energia rinnovabile. L'obiettivo del 2030 è però ancora più ambizioso: operare ovunque nel mondo senza emissioni di carbonio.

"Questo è il nostro obiettivo più ambizioso di sempre nell’ambito della sostenibilità, e comporta un’enorme complessità pratica e tecnica" ha spiegato Google in una nota. Il primo passo, spiega Big G, sarà l’utilizzo di energia carbon-free tutti i giorni e in tutti i data center e campus. "Ciò significa che ogni email inviata su Gmail, ogni domanda posta al Motore di Ricerca, ogni video visto su YouTube e ogni ricerca su Maps per trovare il percorso migliore utilizzeranno energia pulita in qualunque ora di qualunque giorno" continua il comunicato dell'azienda.

Per raggiungere questo obiettivo Google sfrutterà energia eolica e solare e aumenterà l'utilizzo di batterie di stoccaggio dove immagazzinare l'energia generata in eccesso. La domanda e le previsioni di utilizzo saranno invece gestite da un'intelligenza artificiale sulla quale sta lavorando l'azienda di Mountain View. Si tratta di iniziative che, secondo Big G, porteranno alla creazione di 12.000 posti di lavoro entro il 2025. Infine, Google si è impegnata a rendere disponibili 5 gigawatt di nuova energia carbon-free in alcune aree industriali entro il 2023 e ad aiutare 500 città a ridurre 1 rigatone di emissioni all'anno.