0 CONDIVISIONI

Google Reader chiude i battenti, ecco le migliori alternative

Nella giornata di oggi, 1 Luglio, il famoso servizio di Reader di Google andrà in pensione. Molte le alternative che si sono fatte spazio negli ultimi mesi. Cerchiamo di fare il punto della situazione.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Bruno Mucciarelli
0 CONDIVISIONI
Immagine

Ormai ci siamo. Manca davvero poco alla chiusura ufficiale del tanto utilizzato Google Reader che nella giornata di oggi per volere del suo creatore chiuderà i battenti per sempre. Negli ultimi mesi dal momento della notizia da parte del colosso di Mountain View gli sviluppatori di terze parti hanno iniziato la lotta per la sopravvivenza cercando di realizzare nuovi lettori di notizie RSS proprio in alternativa a quello di Google. Molte le idee come anche le importanti alternative dalle più fedeli all'originale andato in pensione a quelle che vogliono aumentare la usabilità nei confronti dell'utente.

Con certezza è facile confermare la presenza tra tutti i lettori di Feedly, che per il momento si pone come l'alternativa migliore a Google Reader. Lo possono dimostrare senza dubbio gli oltre 3 milioni di utenti che l’hanno scelto già da qualche mese come nuovo feed reader di riferimento per l'uso quotidiano, ma anche il grande sviluppo che l'intera azienda ha messo sin dalla notizia dell'abbandono da parte di Google del suo reader, apportando in pochissimi mesi delle imponenti modifiche di utilizzo che lo hanno fatto crescere in modo importante divenendo addirittura migliore rispetto a quanto non fosse l'originale di BigG. Feedly risulta essere completamente gratuito e accessibile direttamente dal browser o utilizzando, in mobilità, anche l'applicazione esistente sia per Android che per iOS.

Immagine

Una seconda alternativa potrebbe essere Digg Reader. Aperto da poco tempo proprio in concomitanza con la prossima chiusura di Google Reader, il programma di lettura si presenta come un clone, o almeno quasi un clone di Google Reader, con un gruppo di sviluppatori sicuramente affidabile. Prima che scatti la chiusura definitiva di Google Reader, provando Digg, sarà permesso l'import immediato dei vari feed che venivano utilizzati con il lettore di Google. Come Feedly, anche Digg Reader risulta essere completamente gratuito.

Ulteriore alternativa potrebbe essere quella di Feedbin, un ottimo lettore web based di RSS  molto pulito ed elegante che potrebbe candidarsi per dare del filo da torcere al primo della classe Feedly. Possiede tutte le carte in regola per non far rimpiangere l’analogo servizio del colosso di Mountain View, eccetto il fatto che sia a pagamento. Abbonarsi può costare dai 2$ al mese fino ai 20$ all’anno, chiaramente in base alla scelta temporale e di servizio.

Feed Wrangler risulta un altro ottimo servizio di lettura delle notizie web. Un feed reader molto promettente che per il momento però si pone a pagamento nei confronti degli utenti. Costa 19 dollari l’anno, ma offre un’interfaccia utente molto interessante con la possibile integrazione di applicazioni di terze parti e il supporto a filtri e stream di notizie personalizzabili.

Infine non possiamo non nominare Feveralternativa sicuramente originale e audace rispetto a Google Reader. Il servizio che Fever pone al pubblico risulta a pagamento, addirittura 30$, e si pone fondamentalmente proprio come un software che una volta scaricato deve essere installato su uno spazio Web acquistato separatamente. È interessante l'idea del progetto visto che include un sistema in grado di filtrare in automatico le notizie provenienti da varie fonti mettendo in primo piano solo quelle più importanti. Forse l'unica pecca il costo non proprio utile.

0 CONDIVISIONI
Google Reader non mancherà. Parola del creatore degli RSS
Google Reader non mancherà. Parola del creatore degli RSS
Google Reader, chiuso anche a causa delle nuove abitudini degli utenti
Google Reader, chiuso anche a causa delle nuove abitudini degli utenti
Perchè ha chiuso Google Reader? Ecco i motivi
Perchè ha chiuso Google Reader? Ecco i motivi
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views