Quest'anno Google non pubblicherà i suoi famosi scherzi per il primo d'aprile. Lo ha annunciato l'azienda di Mountain View spiegando di voler portare rispetto per tutte le persone colpite dalla diffusione del coronavirus nel mondo. La comunicazione è stata inviata a tutti i dipendenti attraverso una mail interna svelata da Business Insider. "Google salterà l'annuale tradizione per rispetto nei confronti di tutti coloro che stanno combattendo la pandemia di Covid-19″ si legge nel messaggio. "Il nostro obiettivo in questo momento è quello di aiutare le persone, quindi teniamoci gli scherzi per il prossimo aprile, che sarà molto più luminoso di questo".

Il messaggio si rivolge anche a tutte quelle iniziative dei singoli team di lavoro, ai quali è stato chiesto di mettere in pausa ogni progetto relativo a scherzi interni o esterni. "Abbiamo già fermato ogni progetto dell'azienda, ma potremmo non essere a conoscenza di progetti all'interno dei singoli team" ha scritto il capo del marketing Lorraine Twohill nella mail. "Per favore fermate queste iniziative e assicuratevi che i vostri team sospendano ogni scherzo pianificato internamente o esternamente".

Vista l'attuale situazione legata al coronavirus negli Stati Uniti, la scelta di sospendere tutte le attività legate al primo aprile è chiaramente l'unica possibile per Google. Soprattutto in un momento in cui tutti i colossi tech stanno lottando per evitare la diffusione di bufale all'interno dei loro servizi, un clima nel quale forse è meglio evitare di pubblicare delle comunicazioni fittizie, anche se per scherzo. È probabile che anche le altre aziende della Silicon Valley scelgano di attuare una scelta simile, bloccando sul nascere ogni iniziativa legata al primo aprile sia interna che esterna organizzata dai loro dipendenti.