L'insalata di Google sarà vegana. Big G ha deciso di modificare l'emoji dell'insalata eliminando l'uovo. Il motivo? Proprio perché in questo modo l'immagine è più inclusiva e abbraccia anche la dieta vegana che, ovviamente, non comprende l'uovo. Lo ha annunciato Jennifer Daniel, responsabile della User Experience in Google, sul suo profilo Twitter. Dove, però, probabilmente non si aspettava di ottenere una così ampia visibilità: il suo tweet è diventato in poco tempo virale, ottenendo oltre 1.000 retweet, 3.000 Mi piace e 2.000 risposte, che spaziano dal divertito al riconoscente.

"Si parla molto di inclusione e diversità in Google, quindi se vi servono altre prove che Google sta considerando questi elementi come una priorità vi faccio notare l'emoji dell'insalata" ha scritto sul suo profilo Twitter. "Abbiamo rimosso le uova nella beta 2 di Android P, rendendola un'insalata vegana maggiormente inclusiva". La novità sarà quindi contenuta all'interno di Android P, la nuova versione del sistema operativo di Big G. Una scelta che ha ottenuto i ringraziamenti degli utenti vegani, ma che ha attirato su di sé anche battute e polemiche degli utenti che pensano che Google debba concentrarsi su altre faccende.

"Ciao carnivori, vegani e chiunque nel mezzo" ha poi scritto la Daniel in un ulteriore tweet. "Voglio solo chiarire che l'obiettivo dell'emoji dell'insalata era quello di creare un'immagine più vicina alla descrizione dell'Unicode, cioè ‘una ciotola di insalata salutare contenente lattuga, pomodoro e altri elementi come il cetriolo'". L'Unicode Consortium, l'organizzazione che si occupa della pubblicazione delle emoji e della gestione dello standard, fornisce infatti a tutti i produttori di sistemi operativi delle indicazioni che poi ogni singola azienda "adatta" ai propri ecosistemi.